RICETTE: risi e bisi

Nel periodo autunnale ed invernale è possibile trovare le coltivazioni migliori di piselli, ingredienti di molti piatti tipici, oltre che di minestre e zuppe.

Il risi e bisi è una ricetta veneta il cui ingrediente principale è appunto rappresentato dai piselli.

Definire il risi e bisi non è facile e ancora oggi molti si chiedono se questo piatto molto nutriente appartenga alla categoria dei risotti o delle minestre.  Il risi e bisi per essere tale deve risultare una via di mezzo tra tutti e due, cioè non deve essere né troppo asciutto né troppo brodoso.

Bisogna preliminarmente preparare un leggero brodo di dado e lasciarlo a raffreddare. Mentre si scalda il brodo bollire i piselli già sbucciati per circa un’ora.

Terminata la cottura, filtrare il brodo e passare i baccelli al setaccio; raccogliere quindi la purea ottenuta e rimetterla nel brodo filtrato. A questo punto sciogliere in una pentola burro ed olio e rosolare la cipolla  finemente tritata insieme al burro e all’olio, alla pancetta tritata ed al prezzemolo anch’esso tritato. Aggiungere quindi facendoli insaporire versando due mestoli di brodo e mescolando per almeno 5 minuti.

Versare quindi il resto del brodo nella pentola, aggiungere sale e portarlo ad ebollizione. Unire il riso e farlo cuocere al dente mescolando spesso con un cucchiaio di legno. Ricordare di tenere a portata di mano dell’acqua calda nel caso in cui  il riso si asciughi troppo.

La cottura la consistenza deve essere quella di una minestra un pò asciutta.

Da leggere