Home Attualità

PERDITE IN GRAVIDANZA: bisogna preoccuparsi?

CONDIVIDI

Perdite di sangue in gravidanza: perchè succedono? – Noi donne nel periodo della gravidanza, soprattutto se ci troviamo alla prima esperienza, siamo solitamente colte dalle più svariate paure: basta un piccolo imprevisto, una situazione un po’ anomale e subito scatta l’allarme. Cosa starà succedendo?

Sapere in quali contesti è opportuno allarmarsi e quando invece possiamo permetterci di rimanere calme è un ottimo punto di partenza per vivere una gravidanza serena. Oggi allora ci occupiamo di uno dei fenomeni che più preoccupano le future mamme ovvero le perdite: cosa significa quando avvengono dei sanguinamenti in gravidanza? è opportuno preoccuparsi?

La risposta a questa domanda necessita di un distinguo importante: la mole del sanguinamento. Sono infatti considerate normali alcune piccole perdite e di durata limitata in seguito a rapporti sessuali o visita ginecologica: i capillari infatti sono più sensibili durante la gestazione e simili attività risultano dunque più traumatiche del solito. Se invece le perdite sono più abbondati e prolungate nel tempo è opportuno rivolgersi al ginecologo per capirne le cause: non allarmiamoci prima del dovuto, le motivazioni possono essere molte e rivolgendoci ad un esperto potremo certo essere consigliate per il meglio e chiarirci le idee.

La regola è dunque sempre la stessa: rimanere tranquille e fare di tutto per evitare che la fantasia voli troppo verso lidi oscuri. Essere mamme significa anche non preoccuparsi prima del tempo.

CLICCA QUI PER TUTTI I CONSIGLI SULL’ESSERE MAMMA!