Home Attualità

CIOCCOLATO: alimento senza confini e senza tempo

CONDIVIDI

CIOCCOLATO FOREVER – Giunti alla sesta giornata della 19esima Edizione di Eurochocolate, in programma a Perugia dal 19 al 28 ottobre, i palati dei più golosi avranno raggiunto l’acme della goduria.

Quando e dove nasce questa “dolce” sostanza che delizia grandi e piccini? Il cioccolato è un alimento derivato dai semi dell’ albero del cacao (Theobroma cacao) che ha origini antichissime e si presume che fosse presente più di 6000 anni fa nel Rio delle Amazzoni e nell’Orinoco. I primi agricoltori che iniziarono la coltivazione della pianta del cacao furono i Maya, solo intorno al 1000 a.C.. Successivamente anche gli aztechi iniziarono la sua coltura. Nel 1502 avvenne il contatto del cacao con la civiltà europea: Cristoforo Colombo durante il suo ultimo viaggio in America sbarca in Honduras dove ha l’occasione di assaggiare una bevanda a base di cacao; al ritorno, portò con sé alcuni semi di cacao da mostrare a Ferdinando ed Isabella di Spagna, ma non diede alcuna importanza alla scoperta. Solo con Hernàn Cortéz si ha l’introduzione del cacao in Europa in maniera più diffusa, era il 1519. A cavallo fra ’500 e ’600 il cacao fu probabilmente importato in Italia, e precisamente in Piemonte. Non bisogna inoltre dimenticare che nell’Italia meridionale regnavano gli Spagnoli e fu probabilmente anche per la loro influenza che il cacao si diffuse nel nostro Paese. Bisogna però aspettare il 1820 perché il sistema fosse messo a punto, e la prima tavoletta di cioccolata di tipo commerciale fu prodotta in Inghilterra. Approdati nel terzo millennio non resta che scegliere tra gli infiniti sapori, forme e colori che il cioccolato ci offre!

Anna Giova di www.tribunaitalia.it