Home Attualità - Tutte le news in tempo reale Immaginazione e scienza

Immaginazione e scienza

CONDIVIDI

La manifestazione dedicata alla divulgazione della scienza, a Genova dal 25 ottobre al 4 novembre, ospita decine di mostre, laboratori e conferenze del Consiglio nazionale delle ricerche. Il tema della decima edizione è ‘Immaginazione’. A parlarcene è l’ufficio stampa del Cnr.

La decima edizione del Festival della Scienza in programma a Genova dal 25 ottobre al 4 novembre è dedicata al tema dell”immaginazione’. Il Consiglio nazionale delle ricerche –main partner dell’evento – partecipa con un’ampia offerta di mostre, conferenze, laboratori ed eventi speciali.

Tra le prime, il ritorno in versione ampliata e rinnovata di ‘Semplice e Complesso’, già premiata come ‘best exhibition’ al Shanghai Science Festival, che si compone di 25 exhibit progettati e realizzati dall’Ufficio promozione e sviluppo collaborazioni del (Psc-Cnr), oltre a un’installazione dello Iuav di Venezia ed esemplari della collezione del Museo civico di storia naturale  ‘G. Doria’ di Genova: è allestita al Munizioniere di Palazzo Ducale. L’Ente contribuisce inoltre alla grande mostra multidisciplinare ‘Piazza Europa’ al Palazzo della Borsa con ‘Allarme ‘antitsunami’ per le crisi future’, ‘Musei virtuali in Europa: ‘V-Must.net’, ‘Istimes: la nuova sicurezza. Una sfida sociale e tecnologica’ e ‘MultiScaleHuman’.

La ricostruzione digitale della famosa tomba Regolini Galassi di Cerveteri è invece al centro della mostra ‘Etruscanning’, allestita al Museo di Sant’Agostino dall’Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali (Itabc-Cnr): sarà possibile esplorarla virtualmente e ‘ascoltare’ le narrazione dei personaggi a cui è dedicata. Le ricerche del Comitato Ev-K2-Cnr in Nepal sono protagoniste di ‘Share: ricerca scientifica in alta quota’, con la mostra fotografica ‘Breathing Himalaya’ (Palazzo Grimaldi della Meridiana) e un ciclo di incontri a tema. Al Festival, infine, il Cnr presenta un’anticipazione di ‘Italia del Futuro’, la grande mostra sulle nostre eccellenze scientifiche promossa dal ministero degli Affari esteri che sarà presentata dal dicembre 2012 negli Usa e in altri Paesi.

Ampia e articolata la sezione dei laboratori: ‘La palestra della matematica XL’ a cura del Cnr-Psc nell’ambito del progetto ‘Matefitness’, le neuroscienze di ‘Imaging Imagination‘, le nanotecnologie con ‘Lab on a chip – Loc’, la valorizzazione dei beni culturali di ‘arTeaperta’, l’acustica de ‘La percezione sonora tra conoscenza e immaginazione’, la linguistica di ‘Iperspazi del mondo mediterraneo – Alla scoperta di nuvole di parole greche, latine e arabe’, le scienze marine di ‘Underwater front’, le scienze della vita di ‘C’era una volta un virus… O forse no: costruiscilo tu!’, l’ambiente e le energie sostenibili con ‘Energia sostenibile dal legno? Si, se…’, ‘Colorando l’energia’, ‘Acariss, Insegnare le scienze con la sperimentazione’, ‘Immagini chi può – giochi di ruolo su ricerca, sostenibilità e governance’, ‘Italian Stove Camp 2012′.

Tra le conferenze, il 31 ottobre, la cerimonia conclusiva della Start Cup Cnr – Il Sole 24 Ore, competizione per idee imprenditoriali generate dalla comunità scientifica, a Palazzo Ducale, e il concorso video per le scuole superiori ‘Scienziati e Studenti’, organizzato dall’Ufficio stampa del Cnr in collaborazione con Energheia Italia, quest’anno abbinato a estratti di fiction e documentari a tema scientifico ‘Scienza in scena. La ricerca tra laboratorio e immagini’ (Auditorium di Palazzo Rosso). L’Ente è poi protagonista di ‘Sapori di Scienza’ e di ‘Sport e Scienza’ con ‘Under pressure’, organizzato da Artov-Cnr, Ufficio stampa e Fipsas Roma sul rapporto tra attività subacquea e ricerca. Si terranno poi altri grandi laboratori e mostre quali ‘La Scienza alle Olimpiadi!’ e ‘A Tavola! Scienza e cucina sulle tavole d’Europa’.

“Immaginazione comincia per I come Innovazione, la ricetta per uscire dalla crisi. L’innovazione ha bisogno di un ambiente in grado di recepirla e accoglierla, e questo è lo scopo principale del Festival”, queste le parole con cui Manuela Arata, presidente del Festival e dirigente del Cnr-Psc, ha presentato la grande manifestazione divulgativa.