Home Attualità

Scoperta la sindrome da ‘Pretty woman’

CONDIVIDI

Per la serie ‘anche i sogni diventano realtà’, arriva dall’America la ricerca che si ispira al film ‘Pretty Woman’, non più ‘favola romantica’, la pellicola è diventata ‘specchio della società’.

Sembra infatti che sempre più spesso i clienti delle prostitute finiscano per innamorarsi di loro.

A dimostrarlo è un nuovo studio, condotto da due sociologi americani e pubblicato sulla rivista “Me and Masculinities”.

La ricerca, che ha analizzato oltre 2.400 inserzioni on line su siti specializzati, che hanno una bacino di clienti di circa un milione di persone, ha verificato che i maschi assidui frequentatori di escort e prostitute nel 33% dei casi sviluppa nel tempo, sentimenti d’affetto e amore nei confronti delle ragazze che offrono particolari servigi a pagamento.

‘Negli ultimi anni – afferma Christine Milrod, autrice della ricerca- si è verificata una graduale normalizzazione della prostituzione, con clienti che in maniera regolare frequentano sempre la stessa donna e confessano di aver maturano verso la partner, non solo il desiderio di una rapporto fisico, ma la necessità di un legame sentimentale’.

Sarà la dimostrazione scientifica che anche per gli uomini senza amore alla lunga non è così divertente?

Fonte: lastampa.it