PASSIONE NELLA CAMERA MORTUARIA: due coppie scoperte all’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi

Che alcune coppie amino fare l’amore in luoghi non convenzionali non è una novità, alcune persone addirittura si eccitano di più correndo il rischio di essere viste da qualcuno. Certo è che nessuno vorrebbe essere ripreso con tanto di audio, perdipiù se l’atto è stato consumato in un posto a dir poco inadeguato come la camera mortuaria di un ospedale.

E’ proprio quello che è successo a due coppie di dipendenti dell’ospedale ‘Antonio Perrino’ di Brindisi. Difficile da credere ma vero: i quattro pur di calmare i bollenti spiriti non si fermavano neanche di fronte alla morte, usando come alcova la camera mortuaria della struttura.

Le loro effusioni però sono state riprese da alcune telecamere di sorveglianza il cui obiettivo iniziale era quello di indagare sul racket del ‘caro estinto’, cioè sui presunti favoritismi da parte di alcuni impiegati nei confronti delle agenzie funebri.

Se vi chiedete se la situazione potrebbe essere più imbarazzante per i focosi dipendenti dell’ospedale, la risposta è si: purtroppo per loro la camera mortuaria era attrezzata anche con microfoni nascosti, installati per captare le conversazioni tra barellieri, dipendenti e privati.

Per non farsi mancare nulla poi, i ‘Fantastici 4’ potrebbero anche essere chiamati a testimoniare in aula nel processo che vede imputati dipendenti e titolari delle agenzie funebri.

Chissà se avranno il pelo sullo stomaco necessario per presentarsi davanti al giudice.

Fonte: Giornalettismo.com, Corriere.it