Home Attualità

URAGANO ISAAC: New Orleans non viene evacuata

CONDIVIDI

La tempesta tropicale Isaac è diventata uragano, lo ha confermato alle 18,20 italiane di martedì 28 agosto il National Hurricane Centre.

‘Ascoltate le autorità’: ‘se vi dicono di evacuare, evacuate’. Ha intimato il presidente americano Barack Obama in vista dell’arrivo di Isaac sulle coste del Golfo del Messico. Obama ha dichiarato che nel sud del Paese si sta per ‘affrontare una grande tempesta’, confermando che a breve Isaac arrivera’ sulla costa meridionale degli Usa.
‘Non e’ il momento di sfidare il destino, non e’ il momento di ignorare gli avvertimenti delle autorita’. Dovete prendere la cosa sul serio’, ha continuato Obama.

Il sindaco di New Orleans, Mitch Landrieu, aveva precedentemente escluso un immediato ordine di evacuazione obbligatoria dalla città che sette anni fa fu messa in ginocchio dall’uragano Katrina. Landrieu ha dichiarato che ordinerà l’evacuazione solo se Isaac si trasformerà in uragano di livello 3 (Katrina, con oltre 1.800 morti, raggiunse il livello 5). Secondo gli esperti Isaac difficilmente supererà il livello 1, o nella peggiore delle ipotesi il livello 2.

VIDEO NEWSLETTER

‘C’è un punto al di là del quale una evacuazione obbligatoria non è più possibile, e siamo giunti a questo punto – ha spiegato Landrieu – . E non ci aspettiamo un evento analogo a Katrina, con gli argini che si rompono’. Invece agli abitanti di alcuni dei comuni vicini a New Orleans, specialmente in quelli non protetti da argini, a rischio inondazione, è stato chiesto di evacuare l’area.

In Alabama, il governatore Robert Bentley ha dichiarato lo stato di emergenza, ordinando l’evacuazione a chi vive nei pressi della città di Mobile. Lo stesso ha fatto il suo collega del Mississippi Phil Bryant, chiedendo di evacuare le aree costiere. In Louisiana, lo stato di emergenza a livello federale è stato dichiarato il 27 agosto dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Fonte: Ansa.it