Home Attualità

BELLEZZA: come difendere la pelle dallo smog

CONDIVIDI

Il rientro dopo le vacanze, si sa, è abbastanza traumatico anche perché rientrando in città notiamo che il colorito della nostra pelle si spegne rapidamente ed assume quel tipico colore grigiastro che non ci abbandona più per tutto l’inverno.

Tra le cause, oltre ovviamente lo stress, possiamo annoverare lo smog e l’elettrosmog. Contro l’inquinamento atmosferico, che aggredisce impietosamente pelle e capelli, fondamentale è la prevenzione: quando la cute è sottoposta ad aggressioni ambientali eccessive, tra cui non solo lo smog, ma anche i raggi UV, gli sbalzi termici, il fumo di tabacco, le sue cellule subiscono un danno e non riescono a contrastare l’attacco dei radicali liberi.

Questi ultimi sono quindi un fattore di rischio: per neutralizzarli, è necessario adottare uno stile di vita corretto, che comincia a tavola, con una dieta ricca di sostanze anti-radicali liberi, vale a dire antiossidanti, i quali sono presenti soprattutto nella frutta, negli ortaggi e nel pesce.

Un’adeguata azione preventiva non si persegue, però, solo a tavola. Per difendersi efficacemente da smog e gas di scarico, la prima misura da mettere in atto, subito e con regolarità, è un rituale semplicissimo: la pulizia del viso.

VIDEO NEWSLETTER

Se vivete in città, anche se non vi truccate, è fondamentale pulire il viso mattina e sera, per allontanare polveri, smog e cellule morte. Le polveri e le impurità presenti nell’aria inquinata delle nostre città, infatti, si depositano sulla pelle formando una patina che occlude i pori, ostacolando la regolare fuoriuscita del sebo e limitando l’ossigenazione cutanea. Pena un colorito spento che altera anche la presa e la durata del make-up.

La pulizia del viso può essere effettuata con latte, tonico o saponetta delicata. Per il risciacquo non utilizzare acqua del rubinetto nel caso in cui vi sia la massiccia presenza di calcare.

Se l’acqua del rubinetto fa poca schiuma, significa che c’è troppo calcare. In questo caso, usate dell’acqua in bottiglia, preferendo quella oligominerale naturale, che irrita meno di quella minerale naturale, oppure gli spray di acque termali.