Home Attualità

BELLEZZA: come evitare la comparsa delle macchie sulle mani

CONDIVIDI

D’estate uno degli incubi di ogni donna è rappresentato dalle macchie sulle mani. Si tratta di piccole macchie color cioccolato o caffellatte, talvolta ben definite, altre sfumate.

Abitualmente vengono chiamate macchie della vecchiaia o senili e si possono ritrovare anche su altre parti del corpo come viso, decolletè e gambe. Si tratta di accumuli di melanina ma non sempre la causa è l’età che avanza.

Talvolta la causa è da ricondursi all’uso di profumi o cosmetici con alcool prima di esporsi al sole, farmaci ad effetto fotosensibilizzante (antibiotici, psicofarmaci, antistaminici, antinfiammatori, ecc), prolungata esposizione ai raggi solari non protetta, menopausa, gravidanza (macchie sulla pancia), uso della pillola (per viso e decolletè), esiti cicatriziali esposti al sole senza protezione.

Sul dorso delle mani oltre a formarsi le lentigo solari, causate da una scorretta esposizione ai raggi solari, perchè prolungata e non protetta adeguatamente, possono formarsi le cheratosi. Queste ultime possono essere piatte, ruvide, lisce o rilevate, di gradazioni differenti.

Si può provare ad utilizzare dei cosmetici agli acidi della frutta con azione levigante ma se le macchie rimangono occorre ricorrere a peeling chimici. Sulle mani appunto è molto efficace l’uso del TCA o acido tricloroacetico che va effettuato dal dermatologo per circa 8 sedute.

Spesso la causa della comparsa della pigmentazione scura sulle mani è il calo degli ormoni nel periodo della menopausa, talvolta il ginecologo consiglia l’uso di fitoestrogeni i quali non favoriscono la formazione delle macchie.

Si consiglia dunque, specie nei mesi in cui si è maggiormente esposti ai raggi solari, al fine di evitare la comparsa delle macchie, di proteggersi con protezioni abbastanza alte.