Home Attualità

BELLEZZA: come trattare i talloni secchi e screpolati

CONDIVIDI

Alla fine dell’estate i nostri piedi possono presentare secchezza o callosità perché sono stati scoperti per molto tempo, oppure a contatto con le superfici più disparate.

Uno dei problemi più diffusi però, indipendentemente dalla stagione estiva, è rappresentato ai talloni secchi e screpolati. Le cause possono essere legate, oltre che all’esposizione agli ambienti esterni durante il periodo estivo, alla sudorazione eccessiva, perdita di idratazione e anche a problemi ormonali.

 E’ importante risolvere questo problema sul nascere non solo perché i talloni screpolati sono antiestetici, ma soprattutto perché a lungo andare possono formarsi tagli e ragadi che rendono doloroso il camminare.

Prima di tutto occorre fare un pediluvio per ammorbidire la pelle con acqua calda con un’aggiunta diun prodotto a base di lavanda.  Dopo il lavaggio, con una pietra pomice bisogna sfregare delicatamente le zone inspessite del tallone per rimuovere la pelle vecchia e dura.

Lo sfregamento non deve essere effettuato più di due volte a settimana per dare tempo all’epidermide di ristabilzzarsi e, soprattutto, non deve essere fatto con violenza altrimenti potrebbero comparire arrossamenti e dolori.

Finito il pediluvio, bisogna applicare una crema idratante specifica per i piedi preferibilmente al burro di karité visto che è molto nutriente e grasso. Infine, mettere sempre calzini di cotone dopo la crema per far assorbire meglio il prodotto.