Home Intimità

La dieta mediterranea fa bene all’amore

CONDIVIDI

Ecco il consiglio: da oggi fate largo uso di pasta, olio di oliva, cereali, frutta fresca, verdure, pesce e latticini, perchè pare proprio che la dieta mediterranea aiuti ad esprimersi al meglio sotto le lenzuola.

Dieta mediterranea elisir di lunga vita intima quindi, parola di esperti. ‘I cibi freschi della cucina mediterranea, favorendo il benessere generale, possono concorrere a una buona vita sessuale: le loro proprietà antiossidanti hanno effetti benefici sulla salute delle arterie e, di conseguenza, sulle prestazioni: mangiare mediterraneo migliora la performance nel maschio e aiuta la donna a sentirsi meglio con la propria intimità, sottolinea Katherine Esposito, del Dipartimento di geriatria e malattie del metabolismo alla II università di Napoli.

La dieta mediterranea, considerata dall’Unesco patrimonio dell’umanità da novembre 2010, ‘è caratterizzata da un modello nutrizionale – spiega l’esperta – rimasto costante nel tempo e nello spazio, costituito principalmente da olio di oliva, cereali, frutta fresca o secca, verdure, una moderata quantità di pesce, latticini e carne, e molti condimenti e spezie. Il tutto accompagnato da vino o infusi’.

Ai benefici già noti di questo regime alimentare, gli esperti affiancano adesso gli effetti sulla vita di coppia. ‘Una serie di osservazioni cliniche e di studi di intervento – illustra Esposito – ha dimostrato che l’elisir di lunga vita si applica anche alla sfera sessuale. L’adesione ai principi della dieta mediterranea ha notevolmente migliorato il vissuto di pazienti che allo stato basale erano affetti da disfunzione erettile (uomini obesi o con sindrome metabolica, una costellazione di fattori di rischio per malattie cardiovascolari e diabete) o da disturbi sessuali femminili’.

Insomma, la dieta mediterranea riesce a ridare entusiasmo proprio a tutti.. alla faccia di quelli che consigliano di evitare i carboidrati… a che serve fare il calcolo delle calorie se poi si bruciano sotto le lenzuola?

Fonte: adnkronos