Home Attualità

GIOCHI DI LONDRA: GRANDE SHOW DI APERTURA CON LA REGINA E PAUL McCARTNEY.

CONDIVIDI

E’ Bradley Wiggins, il primo ciclista britannico a vincere il Tour de France, a far risuonare la campana alla cerimonia d’apertura delle XXX Olimpiadi, dando il via alla cerimonia alle 21 ore locali, le 22 in Italia.

Subito parte una coreografia con canti e immagini che si rifanno alle tradizioni del Regno Unito, dalla Scozia al Galles.
Poi riferimenti alla storia del Regno Unito: dalla rivoluzione industriale al sistema sanitario nazionale, il più vecchio del mondo.
E stralci della Tempesta di Shakespeare, Peter Pan ed Harry Potter, passando per l’esilarante performance di Mr Bean. Nel mezzo l’entrata trionfale della regina Elisabetta II.
A scortarla nell’impianto, con un trucco cinematografico, c’è Daniel Craig nei panni di 007.
Si vede infatti un filmato in cui l’agente segreto scorta la regina da Buckingham Palace. Elisabetta si è prestata in prima persona alle riprese. Al video si sovrappone poi la realtà, con Elisabetta II vestita dello stesso abito color salmone, che esce nella tribuna delle autorità accompagnata dal marito Filippo di Edimburgo, sulle note di «God save the Queen».
Un colpo da maestro firmato Danny Boyle.
Intorno a lei 35 capi di stato, oltre venti primi ministri.
Tra loro anche Michelle Obama, in rappresentanza di suo marito Barack Obama.
Vicino a lei c’è la presidente del Brasile, Dilma Rousseff: un’altra donna a raccogliere il testimone dei Giochi, i prossimi, che si celebreranno nel 2016 a Rio de Janeiro.

Ad aprire la sfilata degli atleti è, come di consueto, la squadra greca. Poi via via tutte le altre, compresa l’Italia e i suoi 142 atleti con in testa Valentina Vezzali come portabandiera.
Chiude la sfilata la rappresentanza inglese.
Poi la regina dichiara «ufficialmente aperti» i Giochi di Londra 2012.
C’è anche l’ex campione del mondo dei pesi massimi, Muhammad Ali, tra le personalità che scendono sulla pista dello stadio olimpico di Londra per portare la bandiera olimpica nella parte finale della cerimonia per l’accesione del tripode.
Quando lo speaker pronuncia il suo nome un boato esplode tra il pubblico e scrosciano gli applausi.. A sorpesa invece l’ultimo tedoforo non è David Beckam. Il calciatore ha guidato il motoscafo con la torcia olimpica sul Tamigi.
A raccogliere la fiamma olimpica per portarla fino allo stadio è stato il canottiere Steve Redgrave. Lì è passata di mano a sette giovanissimi atleti che hanno acceso insieme il braciere.
Infine, Paul McCartney ha cantato «Hey Jude». I Giochi di Londra 2012 sono iniziati.

Fonte: lettera43.it