Home Attualità

CINEMA: LA MIGLIORE OFFERTA, il nuovo film di Tornatore

CONDIVIDI

Nell’auditorium dell‘Ara Pacis a Roma, dopo la proiezione di tre minuti di backstage, il regista italiano premio Oscar racconta il suo nuovo film ‘La migliore offerta‘: “Certo, c’è un legame, un riferimento al mondo delle aste, ma non è quello il fulcro della storia, piuttosto il suo background, perché in verità si tratta di una storia d’amore. Potremmo dire che il titolo ha valenza allegorica, in amore non sai mai qual è l’offerta migliore, se la più alta o la più bassa”.

Giuseppe Tornatore lo racconta come un film senza connotazioni biografiche, eppure personale, poichè segna una svolta nelle sue consuetudini: “Non è Baarìa, il film che hai voluto fare per tutta la vita, non è una folgorazione, come una pura formalità, è semplicemente il frutto di un’idea, una vecchia idea accantonata, come altre, per lungo tempo, che poi ha trovato il suo sbocco e si è solidificata”.
Il tema musicale de ‘La sconosciuta’, sottofondo per i pochi minuti di backstage, non deve trarre in inganno perché “sì, c’è una tessitura narrativa misteriosa, un po’ thriller, ma non ci sono investigatori, morti o assassini”.

Il protagonista Geoffrey Rush è un battitore d’aste “un uomo che subisce una trasformazione, all’inizio ha una personalità e alla fine ne ha una completamente diversa”.
Secondo Tornatore non avrebbe avuto senso girare questo film in Italia e con attori italiani, perchè la sua idea originaria ha un respiro internazionale e mitteleuropeo. Vienna, Trieste, Bolzano, Praga e Roma fanno da scenario, ma nessuna, tranne Praga, è identificabile.

Il resto del cast è composto da Donald Sutherland, Jim Sturgess (un giovane con una straordinaria capacità di restaurare e aggiustare le cose) e Sylvia Hoeks (una cliente): “Lei, il personaggio femminile, è stato il più difficile da trovare”.

VIDEO NEWSLETTER

Sulla trama non è consentito dire altro, ma sull’idea il regista siciliano si sbilancia e afferma divertito: “Ho ricevuto per molti anni il catalogo di una casa d’aste, e sono stato attratto, quasi sedotto, dalle accurate descrizioni delle opere in vendita. Queste letture hanno giocato un ruolo nella scelta dell’argomento”.

Prodotto da Paco Cinematografica in associazione con Warner Bros.Italia, La migliore offerta uscirà nelle sale il 4 gennaio.

Fonte: comingsoon.it