Home Coppia

L’AMORE E’ BELLO QUANDO DURA POCO

CONDIVIDI
Viene dagli Stati Uniti la solenne bocciatura del tantrico e delle pratiche erotiche ad oltranza . All’interno della celebre Society for Sex Therapy and Research è stata infatti condotta un’indagine, pubblicata sul Journal of Sexual Medicine, per stabilire la quantità esatta dei rapporti che portano alla soddisfazione di entrambi i partner.

Dalla ricerca risulta che per raggiungere il piacere non è necessario cimentarsi in maratone passionali, ma bastano 10 minuti. Tutto ciò che va oltre rischia di causare un senso di noia che puo’ risultare pericoloso per la qualità della vita di coppia.
Infatti, dilungandosi in diverse e fantasiose pratiche amatorie, si rischia di distogliere la mente dall’atto di per sé e di occuparla con tutte le preoccupazioni della vita quotidiana o, peggio, con fantasie pericolose e potenzialmente fedifraghe. Gli esperti americani sostengono che un rapporto al di sotto dei tre minuti sia troppo breve per essere soddisfacente per i partner, mentre definiscono “accettabile” una durata fra i 3 e i 7 minuti. Il tempo ideale è di 10 minuti netti, e nel caso si superino i 13 minuti l’amplesso rischia il fallimento per noia.

Uno dei partecipanti alla ricerca, lo psicologo Eric Corty della Penn State University, spiega: “un’intera notte di passione è una fantasia diffusa, che se tradotta in pratica, non dà i risultati sperati. Speriamo che questa ricerca dissipi le fantasie e incoraggi uomini e donne con dati realistici”.

Ma è pur vero che se tempi troppo lunghi possono trasformarsi in una forzatura e ridurre la carica erotica del rapporto, porre dei limiti al convegno d’amore sembra una stonatura che svilisce gli sforzi di fantasia degli amanti più entusiasti.
Forse la cosa migliore, anche nell’amor profano, è adottare la massima di Sant’Agostino: “Ama e fa’ ciò che vuoi”.

Paloma