Home Attualità

CARO AVVOCATO: furti vetture, l’importanza della denuncia al PRA

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

Con il boom delle cartelle di pagamento e degli avvisi di accertamento da parte delle Regioni sempre più spesso capita di ricevere multe o avvisi di mancato pagamento della tassa di proprietà sul veicolo relativi a vetture o motoveicoli che vi sono stati rubati anche anni prima della rilevazione dell’infrazione del codice della strada o dell’obbligo del pagamento della tassa automobilistica.

Perché quindi anche se si è regolarmente denunciato il furto del veicolo o del motoveicolo continuano ad arrivare richieste di pagamento di multe o bolli?
Semplicemente per il fatto che non tutti sanno che, successivamente alla denuncia presso le competenti autorità, ci si deve immediatamente rivolgere al PRA per far annotare sul certificato di proprietà la perdita di possesso dell’autoveicolo o del motoveicolo.
Il PRA (Pubblico Registro Automobilistico) è un registro, accessibile a tutti, nel quale vengono annotate tutte le vicende giuridiche di una vettura o di un motoveicolo.
L’importanza di annotare la perdita del possesso in tale registro tutela il cittadino dal vedersi recapitare avvisi di accertamento che in realtà non potrebbe pagare.
Difatti, se ad esempio ci viene rubata la vettura e con questa vengono poi commesse infrazioni del codice della strada nei mesi successivi, si potrà contestare l’eventuale verbale di accertamento direttamente all’ente che ha emesso il verbale dimostrando, con la produzione dell’annotazione della perdita di possesso, di non aver potuto commettere la violazione in quanto privo del veicolo al momento della commissione del fatto.
Analogo discorso per quel che riguarda il pagamento del “bollo”: poiché il contribuente ha perso la possibilità di utilizzare il veicolo, ne risulta solamente un proprietario formale e pertanto, a far data dall’annotazione sul registro della perdita di possesso, è esonerato dal pagamento della tassa automobilistica.
È quindi necessario, al fine di poter avere una maggiore tutela in caso di eventuali richieste di pagamento, effettuare, dopo la denuncia, questo ulteriore incombente rivolgendosi direttamente al PRA oppure all’ACI il quale, su vostro espresso mandato, provvederà ad espletare quanto necessario per l’annotazione.

VIDEO NEWSLETTER