Home Attualità

ARREDO BAGNO: rismaltatura per rimette la vasca a nuovo

CONDIVIDI

Rismaltatura e la vasca da bagno torna nuova – Rinnovare la casa a volte può voler dire non tanto comprare mobili nuovi quanto rimodernare ciò che già si ha: in un periodo come questo infatti fare acquisti non è esattamente il top e a volte si ignora di avere in casa già tutto ciò che serve per un arredo impeccabile. Tutto sta insomma nel saper sfruttare bene ciò che si ha e, eventualmente, nel grattar via un po’ di patina del tempo.

Oggi ad esempio proviamo a rimettere a nuovo il bagno o, meglio, una parte assai importante di questo, la vasca: quest’ultima infatti a volte risente in modo particolare del passare del tempo; si ingiallisce e consuma qua e là apparendo vecchia e un po’ sciatta, non degna insomma di un bagno con la “B” maiuscola. Rifare la vasca da bagno però, soprattutto se a incasso, non è certo uno scherzo perciò meglio tentare prima una missione di recupero. Ciò che ci serve è una rismaltatura!

Si definisce così quella tecnica che mira a riportare in vita lo smalto originale della vasca da bagno. Si procede in più fasi: la prima, dopo aver accuratamente protetto tutte le superfici del bagno, consiste nel decapaggio, volto ad eliminare batteri o altro e a preparare per la ricostruzione di eventuali aree danneggiate. Per assicurare poi una aderenza che duri nel tempo, viene spruzzato a caldo l’aggrappante isolante e, infine, viene applicato uno smalto speciale di ceramica, che deve essere antigraffio, atossico e resistente agli agenti chimici.

Dopo appena 72 ore la vasca dovrebbe essere tornata agli antichi fasti e pronta all’uso: non vi sembra molto meglio che avere operai in casa per intere giornate?

CLICCA QUI PER TUTTI I CONSIGLI SULLA CASA!