Home Attualità

DEPILAZIONE DEFINITIVA: dove funziona e dove no

CONDIVIDI

Tutti i segreti della depilazione definitiva con laser e luce pulsata – In realtà qualsiasi donna, anche se forse non ama dirlo apertamente, sogna di poter un giorno dire addio alla propria odiosa peluria: c’è chi ne ha solo un’ombra e chi invece è purtroppo afflitta da una vera e propria invasione di piccoli e neri velli. In entrambi i casi però il sogno è sempre quello di vedere la propria pelle liscia e immacolata: è proprio questa chimera a renderci tanto affascinate dall’idea della così detta “depilazione definitiva“, unione di termini della quale però ammiriamo soprattutto il secondo, quell’aggettivo che ha lo straordinario sapore  di eternità. Ma è davvero così? Tecniche come laser e luce pulsata garantiscono davvero di dire per sempre addio ai peli superflui?

Naturalmente la cosa sembra troppo belle per essere vera e, come spiega sull’ultimo numero di Glamour il chirurgo plastico Federico Fiori, “l’epilazione da risultati solo temporanei”. Chiariamo meglio la situazione: “con 8-16 sedute – prosegue il chirurgo – il calo dei peli è al massimo del 70%. E dopo circa due anni i peli ricrescono […] soprattutto su gambe e braccia. A volte tornano solo in alcune zone, lasciando un effetto antiestetico: la pelle diventa più scura dove i peli sono meno radi”.

Se tali affermazione appaiono già deludenti figurarsi come si rimane quando si scopre che questa “depilazione dei miracoli” non è poi così miracolosa: “In alcuni casi i peli non reagiscono al trattamento , e non c’è modo di prevederlo prima di aver completato il ciclo di sedute. Non è vero neppure che, sui peli scuri, l’epilazione funzioni meglio. La qualità di peluria è legata a fattori ormonali, non cutanei o genetici. Scoperto questo, si era pensato di risolvere il problema con un esame dei dosaggi ormonali del sangue prima di procedere al trattamento. Purtroppo non serve: anche in caso gli ormoni siano in dosi equilibrate, alcuni peli possono resistere”.

Dobbiamo dunque depennare la depilazione definitiva dalla nostra lista dei desideri? Forse no: se infatti pensiamo di affidarci ad un simile trattamento per zone come inguine e ascelle le speranze di successo diventano già più concrete. Si tratta infatti di zone cruciali in cui laser e luce pulsata fanno il loro dovere al meglio e che quindi potrebbero concederci, in questa valle di lacrime, un piccolo sorriso.

La morale della favola sembra comunque sempre al stessa: prima di spendere denaro a pioggia informiamoci bene circa la qualità dell’investimento, anche il “definitivo” può non voler dire “per sempre”.