Home Attualità

PROSTITUZIONE: ridotte come schiave e marchiate

CONDIVIDI

Arrestati alcuni sfruttatori che avevano schiavizzato delle ragazze per avviarle alla prostituzione – Un marchio sulla pelle per non dimenticare mai di chi si è proprietà, questo il simbolo di schiavitù di una delle donne portate in Italia con l’inganno da 3 donne e 8 uomini ben tre anni fa, periodo nel quale le ragazze sono state usate alla stregua di una merce.

Questa triste storia è emersa dopo che i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Tivoli hanno fermato gli sfruttatori, ora accusati di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione sulle strade della Capitale, riduzione in schiavitù e alla tratta.

Le donne hanno vissuto sotto una continua violenza fisica e psichica, esercitata a tal punto da ridurle allo stato di vere schiave. Come questa senza dubbio esisteranno molte altre vicende di donne la cui libertà è stata violata in modo atroce, mortificate da uomini che non riescono nemmeno a vederne l’umanità e che hanno deciso di sfruttarle come pezzi di carne: tutto questo è la prostituzione, una piaga che non deturpa le nostre città ma donne come noi ridotte a vacche da marchiare.