Home Attualità

TATUAGGIO come curarlo

CONDIVIDI

Come curare il nostro nuovo tatuaggio – Vediamo come curare il nostro nuovo tatuaggio, appena eseguito, per evitare eventuali infezioni.

La parte della pelle in questione sarà infiammata e pertanto andrà idratata con una crema lenitiva, con vasellina o bepanthenol, e poi bendarla con una pellicola protettiva impermeabile, che andrà rimossa dopo circa 2-3 ore.

Tolta la benda protettiva sarà bene detergere la zona trattata con acqua tiepida e sapone neutro, come Neutromed o Neutro Roberts, per eliminare residui di sangue o sudore, poi bisognerà asciugare delicatamente con un panno di carta, senza strofinare e applicare nuovamente uno strato di Bepanthenol, lasciando il tatuaggio scoperto se possibile, per favorire la formazione della crosta.

Se durante il giorno si sta a contatto con zone sporche, magari sul luogo di lavoro, come anche di notte sarà bene proteggere il tatuaggio con un sottile strato di crema e un panno di carta, senza farlo aderire troppo.

VIDEO NEWSLETTER

Sarà bene evitare bagni troppo prolungati, soprattutto in piscina e prediligere la doccia, evitare contatto con disinfettanti ed esposizioni al sole e lampade.

La crema protettiva andrà applicata per 3 volte al giorno per i primi due giorni, mentre in seguito usare soltanto la vasellina per ammorbidire le croste fino a quando la parte sarà liscia, mentre per quanto riguarda i vestiti è consigliato indossare indumenti larghi che lascino traspirare la parte.

Il tatuaggio sarà arrossato e caldo per tutto il giorno dopo e potrebbe dare stanchezza o l’insorgere di febbre, per via di una seduta particolarmente dolorosa e lunga e basterà applicare creme come Gentalyn Beta o Cicatrene.

Un tatuaggio ben curato in bianco e nero guarirà in circa 10-15 giorni, mentre quello colorato ci metterà più tempo.

Fonte: Tattoepiercing.com

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI SU TATUAGGI CLICCA QUI