Home Attualità

OMICIDIO di Enna gelosia e cocaina

CONDIVIDI

Omicidio di Enna commesso per gelosia – L’omicida di Vanessa Scialfa, la ragazza ventenne uccisa tre giorni fa e gettata da un cavalcavia, è Francesco Lo Presti, il suo fidanzato di 34 anni, che ha ammesso di averla uccisa per un raptus di gelosia e sotto l’effetto di stupefacenti.

Vanessa l’avrebbe chiamato in intimità con il nome del suo ex, Alessandro, e questo l’ha mandato su tutte le furie scatenando la sua violenza, inducendolo ad aggredirla alle spalle ed ucciderla con dei cavi intorno al collo, serrando il nodo fino alla morte.

Poi l’avrebbe avvolta in un lenzuolo e gettata come un rifiuto dal cavalcavia.

Francesco Lo Presti, crolla e tenta il suicidio, ma è il padre stesso a chiamare la Polizia di Enna, che lo interrogherà e alla quale lui stesso dirà di aver agito sotto effetto di cocaina e alcool.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI SU CRONACA NERA CLICCA QUI