Home Attualità

ALESSANDRO DEL PIERO e il suo rimpianto

CONDIVIDI

Del Piero e il suo rimpianto scritto nel diario – Il calciatore Alessandro Del Piero il 30 giugno smetterà di giocare nella Juventus, dopo ben venti anni di carriera, e con l’occasione decide di ripercorrere le tappe della sua vita scrivendo un diario.

Questo libro inizia con il classico tema delle elementari che porta la domanda “cosa farò da grande?” e lui ammette, durante l’intervista a Vanity Fair, di non aver avuto mai il coraggio di scrivere ‘il calciatore’ un po’ per vergogna, perché non gli sembrava un lavoro vero e mentiva dicendo che sarebbe diventato come il padre Gino, un’elettricista.

Il suo più grande rammarico è quello di non aver pianto abbastanza la morte del padre “Ho il rammarico che non abbia conosciuto i miei figli, il dispiacere di non avergli detto ‘ti voglio bene’ qualche volta in più” racconta l’eterno campione “la sua morte è il dolore più grande della mia vita”.

Finire la sua carriera in Juventus era il suo più grande sogno, ma nel momento in cui gli è stato comunicato che sarebbe stato la sua ultima stagione è rimasto senza parole “Mi ha sorpreso, ma un capitano non deve mai dimenticare i suoi doveri e quello che rappresenta” aggiungendo “Non abbiamo bisogno di polemiche, che del resto non hanno mai fatto parte della mia carriera”.

Venti anni ricchi di emozioni accompagnati da momenti straordinari e a volte duri, questa è la definizione che dà Alessandro Del Piero “ho provato il brivido di scrivere quasi tutti i record bianconeri. Ormai però le cose sono cambiate”.

Intanto i tifosi continuano ad osannarlo, nonostante la stagione stia per finire.

Fonte: Sologossip.it

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI SU GOSSIP CLICCA QUI