Home Attualità

L’autopsia orrenda di Whitney Houston

CONDIVIDI

Whitney Houston e l’orrenda autopsia – A due mesi dalla morte della pop star Whitney Houston ecco che iniziano ad arrivare anche a noi comuni mortali e ai suoi fan soprattutto, i particolari dell’autopsia.

Uno strano decesso quello della cantante, in una stanza d’hotel di Beverly Hills, sicuramente improvviso ma causato da tanti fattori, come dichiarato dal medico legale che ha effettuato l’autopsia.

Bruciature, tagli di ogni tipo e un buco nel setto nasale, alcune abrasioni che risalgono addirittura a qualche anno fa, evidenti segni di puntura sul braccio di Whitney e inoltre, come anticipato in precedenza, alla cantante mancano ben 11 denti al momento del ritrovamento, un corpo martoriato.

Tutti segni causati dall’eccessivo uso di sostanze stupefacenti, mentre le ustioni sono state causate dall’acqua ad alta temperatura nella vasca, nella quale Whitney Houston si è immersa e che l’ha portata al decesso.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI SULLA MUSICA CLICCA QUI