Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Céline Dion

CONDIVIDI

CELINE DION: LA POP DIVA – Care lettrici,  oggi vi parliamo di una cantante famosa, amata in tutto il mondo per la sua musica, le sue canzoni che ci hanno fatto sognare ed emozionare.  Lei  è  Céline Dion e noi oggi,  nel giorno del suo compleanno,  le facciamo i nostri migliori auguri  ripercorrendo, insieme a voi, le tappe più importanti della sua vita.

Ultima di quattordici figli, Céline Marie Claudette Dion nasce il 30 marzo 1968 a Charlemagne, paesino vicino Montréal in Quèbec.  La carriera canora di Céline Dion comincia nel 1981 quando registra “Ce n’était qu’un rêve” (“Era soltanto un sogno”) e la spedisce a René Angélil, talent scout, ex menager di Ginette Reno, molto noto nell’ambiente musicale. Non appena René sente quella sottile voce ne rimane subito incantato e decide di convocare la futura star nel suo studio. Il resto è la storia.

René  prima la fa apparire in un popolare programma televisivo, poi il giorno dopo fa distribuire in tutti i negozi il 45 giri di “Ce n’était qu’un rêve” ed è subito un grande successo. Il passo successivo è  chiedere a Eddy Marnay di scrivere altre canzoni per un album natalizio. Per fare questo servono fondi e nessuno è disposto ad investire su una dodicenne. René che voleva a tutti costi far prendere il largo a questo prodigio ipoteca la propria casa.  Il 9 novembre 1981 esce il primo album di Celine: “La Voix Du Bon Dieu” composto da nove canzoni scritte da Eddy Marnay. Tre settimane dopo esce l’album natalizio: “Celine Dion Chante Noel”.

Nell’autunno 1982 esce il terzo album della cantante: “Tellement j’ai d’amour” composto da nove canzoni. “Tellement j’ai d’Amour” viene scelta per rappresentare la Francia al 13° Festival internazionale Yamaha a Tokio. Céline Dion sbaraglia tutti vincendo la medaglia d’oro e un premio speciale da parte dell’orchestra.  L’anno successivo  rappresenta il Canada al Super Gala RTL trionfando con “D’amour ou d’amitié”.

Nello stesso periodo esce in Francia  “Du soleil au coeur” ,  una raccolta dei suoi album canadesi. Con “D’amour ou d’amitiè” è la prima artista canadese a vincere il disco d’oro in Francia grazie alle oltre 700.000 copie vendute.

Nel 1983 esce il secondo disco natalizio “Chants et Contes de Noel” e il quarto album “Le chamins de ma maison”, mentre l’ormai celebre cantante raccoglie dischi d’oro, oltre a quattro Felix Awards).
Il tocco finale arriva l’anno dopo, quando viene scelta a rappresentare la gioventù canadese per la visita del Papa Karol Wojtyla allo stadio olimpico di Montréal.  Qui canta davanti ad una folla estasiata ed imponente “Une colombe”.

Ancora in Francia, intanto, esce il secondo album: “Les oiseaux du boneur” contenente sette tra i suoi più grandi successi e tre inediti.  È proprio in quel periodo, Céline aveva ‘soltanto’ 16 anni, esce il  “best of”, chiamato per l’occasione “Les plus grands succes de Céline Dion”. La parte del ricavato andrà all’associazione per la lotta alla fibrosi cistica, malattia che colpì sua nipote Karine.

Ormai sono maturi i tempi per un salto di livello internazionale. I suoi manager studiano il passaggio dalla TBS alla CBS (futura Sony Music), un cambiamento di etichetta che com’è facile intuire si rivelerà molto importante, soprattutto dal punto di vista della distribuzione.

Fra un successo e l’altro, fra una tournè e una partecipazione televisiva, l’inossidabile René prima divorzia e poi finalmente impalma Celine. È  l’occasione per partire insieme verso un lungo tour europeo,  per far conoscere la Dion al resto del mondo.  Al suo ritorno in Quebec ci sono ad attenderla altri 4 Felix Awards e un contratto milionario con la Chrysler Motors affinché pubblicizzi le loro automobili.

I progetti di René sono altri e ben più ambiziosi: conquistare gli USA. I due si trasferiscono a Los Angeles e René affida la composizione del nuovo album, il primo in inglese, a dei veri maestri: David Foster, Christofer Neil e Andy Goldman. Intanto Céline si reca alla nuova edizione dell’Eurofestival per consegnare il premio alla canzone prima classificata: in quell’occasione Celine canterà una canzone del nuovo album: “Have a heart”.

Finalmente il 2 Aprile 1990 il tanto atteso album anglofono esce al Metropolis di Montreal. Si intitola “Unison”, un disco composto da dieci canzoni completamente in inglese. L’album sbanca fin da subito conquistando immediatamente i primi posti in classifica. Grazie alla canzone “Where does my heart beat now” Céline può partecipare alla prima trasmissione americana: il Tonight Show. Nello stesso anno si scatena una polemica quando la Dion rifiuta un Felix Award come miglior cantante inglese,  per il semplice fatto di essere  una cantante francese che canta in inglese.

Dopo un periodo buio, in cui aveva perso la voce e si era demoralizzata,  nel 1997 ritorna in grande stile duettando con Barbra Streisand (“Tell him”), oppure con l’onnipresente Luciano Pavarotti (“I hate you then I love you”) o ancora con i Bee Gees (“Immortality”). Tutte collaborazioni che appaiono nel suo album forse più importante, quello che vede la presenza di “My heart will go on”, il brano colonna sonora del colossal campione di incassi “Titanic” che vincerà l’American Music Award, il Golden Globe e l’Oscar.

Un successo da sogno che ha portato la cantante a coronare la sua storia d’amore con René con un secondo matrimonio simbolico, celebrato a Las Vegas .  Dopo tanti tentativi arriva l’atteso figlio, avuto attraverso la fecondazione in vitro, René-Charles nato il 25 Gennaio 2001.

Nel 2002 torna sulle scene con “A New Day Has Come”, album che contiene anche” I’m alive” . Partecipa a molti show televisivi. In Italia è ospite di Fiorello e di Domenica In. Lo stesso anno Céline partecipa assieme a Cher, Shakira e altre star allo spettacolo “Divas Las Vegas”, nel quale duetta con Anastacia  in “You shook me all night long” , “cover” degli AC/DC.

Nel 2005 festeggia i 25 anni di carriera. Esce un album doppio “Greatest Hits” che contiene alcuni dei suoi più bei brani in francese, con l’aggiunta di 3 inediti ed una “bonus track”, ovvero un duetto col gruppo pop-opera de Il Divo, “I Believe in You (Je crois en toi)”. Fra gli inediti c’è “Sous le vent” (“Sottovento”), in duetto con Garou e due brani ancora una volta tratti da colonne sonore di film: “Tous le secrets” (“Tutti i segreti”) tratto da “Asterix e i vichinghi” e “Ma Nouvelle France”, da “I nuovi eroi – Nouvelle France”. L’album si intitola “On Ne Change Pas”.

Nel novembre 2007 riceve dalle mani del principe Alberto di Monaco il prestigioso premio “Legend Awards”.
Dopo quattro anni di silenzio esce il disco “Taking Chances”  e un DVD di uno show tenuto a Las Vegas. All’album seguirà un tour mondiale nel 2008.

Al termine del Taking Chances Tour, Céline decide di prendersi due anni di pausa, con il fine di riposare le corde vocali e di sottoporsi ad interventi di fecondazione in vitro per una nuova gravidanza.  Il 23 ottobre 2010 nascono i gemelli Nelson ed Eddy.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE LA DONNA DEL GIORNO CLICCA QUI!