Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Mariah Carey

CONDIVIDI

MARIAH CAREY: LA CANTANTE AMATA– Care lettrici,  oggi vi parliamo di una donna straordinaria  del mondo musicale. Con la sua voce melodica ha incantato i milioni di fans in tutto il mondo.   Il suo nome è  Mariah Carey e noi oggi, nel giorno del suo compleanno l’omaggiamo  ripercorrendo, insieme a voi, le tappe più importanti della sua vita.

Mariah Carey nasce a Huntington (Virginia, USA) il giorno 27 marzo del 1970 da madre irlandese e da padre venezuelano. Il suo nome deriva dalla canzone “(And They Call the Wind) Mariah”, dal musical Paint Your Wagon. La Carey ha una sorella di nome Alison e un fratello di nome Morgan, che hanno entrambi circa dieci anni più di lei.

Trattandosi di una famiglia multietnica, i Carey si sono trovati alle prese con calunnie razziali, avversità e a volte perfino con episodi di violenza e conseguentemente a ciò furono costretti a trasferirsi in varie zone dello stato di New York. Successivamente i genitori di Mariah, quando lei aveva solo tre anni, divorziarono. Dopo il divorzio, Mariah ebbe pochi contatti con suo padre mentre fu la stessa madre Patricia a istruirla nel canto, dopo che la piccola l’aveva imitata nel cantare in italiano una celebre opera di Giuseppe Verdi, “Rigoletto”.

 La Carey si esibì per la prima volta in pubblico alle elementari, ed iniziò a scrivere canzoni proprie alle medie. Mariah si diplomò alla Harborfields High School a Greenlawn (New York), anche se era spesso assente perché impegnata a registrare demo in alcuni studi di registrazione locali. La sua fama nella scena musicale di Long Island le diede l’opportunità di lavorare con musicisti come Gavin Christopher e Ben Margulies, con cui scrisse materiale per il suo demo. Dopo essersi trasferita a New York Mariah cominciò a svolgere numerosi lavori per pagarsi l’affitto e completare le 500 ore di scuola di bellezza. Diventò cantante di supporto per la portoricana Brenda K. Starr.

Nel 1988 Carey incontrò ad una festa il capo della Columbia Records Tommy Mottola, e Brenda Starr gli consegnò il demo della collega. Mottola ascoltò il nastro, e apprezzò le canzoni. Cercò di rintracciare Mariah, ma lei se n’era già andata. Tuttavia Mottola la rintracciò e la convinse a firmare un contratto. Il resto è la storia, la Carey colleziona un successo dopo l’altro.

Mariah Carey fu coautrice di molti brani del suo album di debutto omonimo, pubblicato nel 1990 dalla Columbia Records. Il disco debuttò alla posizione numero ottanta della Billboard 200. Nel 1991 pubblica il suo secondo disco: Emotions dove, a differenza dell’album di debutto, Mottola accettò che Mariah producesse i propri pezzi. Per la produzione dell’album collaborò con Walter Afanasieff e il gruppo dance C&C Music Factory. Nel 1992, sulla scia del successo dei suoi precedenti album, pubblica il suo primo extended play (EP) e finora unico album live MTV Unplugged.

Mariah, legata sentimentalmente  a Tommy Mottola sin dai tempi delle prime registrazioni, lo sposò nel giugno del 1993. Babyface, Robert Clivilles e David Cole furono chiamati per la realizzazione di Music Box, il terzo album di Mariah, pubblicato alla fine dello stesso anno. Dopo il successo mondiale del precedente album, Mariah duettò con Luther Vandross nella reinterpretazione Endless Love  che si posizionò al secondo posto della Billboard Hot 100. Nel novembre del 1994, la Carey pubblicò l’album Merry Christmas.

La Carey e Mottola si separarono nel 1997. Benché l’immagine pubblica del matrimonio apparisse tranquilla, la cantante spiegò che in realtà il rapporto con il manager era divenuto burrascoso e il divorzio avvenne nel 1998. Nel settembre del 1997, durante le pratiche di separazione da Mottola, la Carey pubblicò il suo sesto album dal titolo: Butterfly. Il disco debuttò direttamente al primo posto dellaBillboard 200.

Nel 1998 fu pubblicata la sua prima raccolta di successi #1’s che includeva i tredici singoli arrivati, sino ad ora, al primo posto nella classifica statunitense e quattro inediti. L’anno dopo  pubblica il suo settimo disco: Rainbow. Per l’elaborazione dell’album collaborò con diversi produttori di musica hip-hop e R & B come Jay-Z, P. Diddy, Terry Lewis, Usher,Snoop Dogg, Missy Elliott, Jermaine Dupri e Brian Michael Cox.

L’11 settembre 2001, nonostante le sue condizioni di salute  fossero precarie, pubblicò il suo ottavo album, intitolato Glitter L’album, ispirato dalla musica degli anni ottanta, debuttò al settimo posto nella Billboard 200.

Molto popolare durante gli anni ’90, dopo qualche anno di crisi torna alla ribalta nel 2005 con il disco “The Emancipation of  Mimi”. Decimo album registrato in studio, secondo pubblicato per la sua terza casa discografica, con questo lovoro Mariah Carey ha superato il primato di singoli Numero Uno in classifica detenuto da Elvis Presley, ma non quello dei Beatles che contano ben 20 hit al primo posto durante la loro immortale carriera.

Un nuovo disco esce nel 2009 e si intitola “Memoirs of an Imperfect Angel”. “Merry Christmas II You” è invece il titolo del suo tredicesimo album in studio, e il secondo a tema natalizio.

Alla fine del mese di aprile 2011 dà alla luce due gemelli, un bambino e una bambina, nel terzo anniversario del suo matrimonio con l’attore Nick Cannon.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE LA DONNA DEL GIORNO CLICCA QUI!