Home Attualità

CUCINA: patatine ‘quasi’ fritte

CONDIVIDI

Amanti delle patatine fritte? Ma il vostro stomaco non ne può più di mangiare fritti e simili? Niente paura, ecco una piccola e veloce ricetta per non rinunciare al gusto, buttando anche un occhio al colesterolo!

Tutto ciò che ci occorre sono:

4 patate di media grandezza;

sale

olio

pepe

aromi naturali (ottimo il finocchietto essiccato)

La preparazione di questo piatto è davvero semplice, e la partenza può sembrare anche ‘troppo’ salutista, ma il tocco finale farà capitolare anche i più adepti al fritto!

Sbucciate le patate, mentre in una pentola fate bollire un litro d’acqua. Quando si sarà raggiunta l’ebollizione, buttate le patate sbucciate, ed attendete che queste si lessino – occhio però a toglierle dall’acqua prima che queste diventino una purea.

Per essere sicuri della cottura potete provare le patate con uno stuzzicadenti, quando questo affonderà senza troppa fatica, il prima passaggio sarà fatto.

Scolate le quattro patate, e freddatele leggermente sotto l’acqua fredda per bloccare la cottura e per evitare l’ustione nel passaggio successivo!

A questo punto dovrete fare le patate a tocchetti, grossolanamente, all’incirca di due cm per uno, come se le dovessimo fare al forno. Nel frattempo mettete un cucchiaino d’olio in padella, e quando questo sarà caldo, buttate le patate, e fatele saltare con olio, pepe ed aromi a vostra scelta; noi consigliamo il finocchio essiccato.

Lasciate rosolare le patate, fino a che l’esterno non abbia prodotto una crosticina dorata, giratele di tanto in tanto. Pochi minuti, ed il contorno è pronto da servire.

Croccanti fuori e morbidissime dentro, il giusto compromesso tra gusto e salute!