Home Attualità

ORZAIOLO E CALAZIO bisogna curare l’intestino

CONDIVIDI

Disturbi comuni facili da risolvere – A tutti sarà capitato di veder comparire sul bordo o all’interno della palpebra l’orzaiolo o il calazio, piccoli foruncoli o palline, che risultano davvero fastidiosi, in quanto escono su una parte davvero delicata dell’occhio.

Ma nella maggior parte dei casi non devono destare preoccupazioni, vanno via infatti velocemente e senza bisogno di medicinali, ma vediamone le cause e soprattutto cerchiamo di capire cosa può portano alla comparsa di questi disturbi.

Le cause dell’orzaiolo sono il non perfetto funzionamento delle ghiandole di Zeiss, che si trovano sul bordo della palpebra e hanno la funzione di produrre la componente grassa delle lacrime. Quando la flora batterica dell’intestino è alterata, le suddette ghiandole non riescono a lavorare come si deve e di conseguenza si gonfiano dando origine all’orzaiolo.

Le cause invece del calazio, somigliante ad una pallina, è il malfunzionamento delle ghiandole di Meibomio, stessa funzione di quelle di Zeiss, ma con dimensioni superiori, ma anche in questo caso la flora batterica risulterà alterata, ma potrebbe presentarsi anche a causa di un’infiammazione cronica del bordo della palpebra.

Ora parlando di cure, che possono lenire i fastidi che ne derivano, come prurito, lacrimazione e ipersensibilità alla luce, arrossamento e gonfiore, innanzitutto sarà bene prendere dei fermenti lattici per ripristinare la corretta flora batterica e poi in chiave preventiva sarà bene tenere l’occhio sempre pulito.

L’importante poi è evitare assolutamente di schiacciare o perforare l’orzaiolo o il calazio, perché si rischierebbe un’infezione, evitare lenti a contatto e il trucco, sono invece consigliati invece impacchi caldi e appositi colliri.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI SULLA SALUTE E IL BENESSERE CLICCA QUI