Home Attualità

LO FANNO NEI BAGNI DELLA SCUOLA: un giorno di sospensione per lui e quattro per lei

CONDIVIDI

Due quindicenni sorpresi a farlo nei bagni della scula: entrambi sospesi – Galeotto fu il bagno o meglio un compagno di scuola con la voce troppo alta e tanta voglia di spettegolare: “qualcuno in bagno si sta divertendo” avrebbe detto malizioso il chiacchierone di turno e così, in un batter d’occhio, la notizia ha fatto il giro della scuola, arrivando in fine alle orecchie della presidenza. I due “amanti clandestini” sono così stati individuati e sospesi, tra lo stupore di tutti e la personale vergogna.

La storia sembrerebbe così una sorta di curiosità, divertente ma non poi così compromettente se non fosse però per qualche “piccolo” particolare: il bagno in questione era infatti quello di una scuola e i due focosi protagonisti hanno appena quindici anni. Ecco allora che la situazione improvvisamente acquisisce una certa dose d’interesse e una domanda sorge spontanea: come può venire in mente di farlo in bagno quando si hanno appena quindici anni?

Se a questa domanda risulta però ad oggi ancora difficile rispondere, un secondo quesito forse merita una particolare attenzione: i due sono infatti stati sì entrambi sospesi ma lui per un solo giorno mentre lei per ben quattro, come mai? La motivazione del preside riguarda essenzialmente “la scena del crimine”: i due avrebbero infatti scelto di incontrarsi nel bagno degli uomini e quindi lei avrebbe così compiuto un reato doppio; insomma a quanto pare un giorno vale per aver fatto l’amore a scuola e ben quattro per aver “sbagliato bagno”!

La scelta appare quantomeno controversa e il metro di giudizio forse andrebbe sottoposto ad una revisione: sembra dunque che anche nel reato in coppia la parte femminile sia destinata a una doppia bastonatura, forse perchè avrebbe dovuto conservare più a lungo la sua virtù mentre il fronte maschile si è magari ritenuto che abbia sbagliato il luogo ma il gesto di per sè dimostra una virilità precoce, magari anche degna di nota.

Chissà perchè a noi il gesto appare egualmente sbagliato da parte di entrambi gli amanti e, se sulla porta de bagno ci fosse il disegno di un pupazzo con o senza gonna, sembra ai nostri occhi qualche cosa di secondario: però si sa noi donne siamo un po’ sbadate e sarà forse per questo che ci sfugge l’aspetto essenziale della location; consigliamo allora alla prossima quindicenne colta da un’ondata di irrefrenabile passione di non domandarsi se sia sbagliato consumare il rapporto a scuola e a alla propria età ma di controllare attentamente il disegno sulla porta del bagno… almeno si troverà a subire solo un giorno di sospensione!