Home Attualità

SANREMO 2012: Pierdavide Carone “Nanì”, testo e video

CONDIVIDI

FESTIVAL DI SANREMO, TESTI E VIDEO DEI BRANI IN GARA – E’ iniziata ieri la 62esima edizione del Festival di Sanremo ed abbiamo quindi avuto la possibilità di ascoltare per la prima volta i brani in gara. Altissimo livello di tutti i pezzi, con testi impegnati su tematiche che spaziano dall’amore alla crisi socio-economica.

Il brano portato al Festival da Pierdavide Carone con Lucio Dalla tratta proprio una tematica sociale di grande rilievo, la prostituzione. Il testo, scritto da Pierdavide, è una sorta di lettera di un uomo innamorato alla prostituta Nanì. L’uomo la esorta, la prega, di lasciare la strada e di fuggire con lui.

Ecco il testo ed il video dell’esibizione.

 

NANì

VIDEO NEWSLETTER

Nanì, Nanì, Nanì,
ti ho scovato dentro ad un sentiero
ma non sono stato mai sincero,
Nanì, Nanì, Nanì,
prima e dopo tanti come me,
a cercare il mondo

che non c’è,

Nanì, Nanì, Nanì,
questo bosco ormai ha il tuo stesso odore,
di una bocca senza il suo sapore,

Nanì, Nanì, Nanì,
venti euro di verginità,
quelli al padrone,

la mia che resta qua.

Dimmi perché tu ami sempre gli altri

ed io amo solo te,

dimmi perché mi hai chiesto di andar via

quando ti ho detto “vieni via con me”.

Nanì, Nanì, Nanì,
piove ma non ti puoi riparare,
c’è un camionista da accontentare,

Nanì, Nanì, Nanì,
anche lui è solo come noi

siamo dentro un mondo senza eroi.

Dimmi perché tu ami sempre gli altri

ed io amo solo te,

dimmi perché mi hai chiesto di andar via

quando ti ho detto “vieni via con me”.

Potrei star giorni ad annusare il tuo mestiere

anche con me,

potrai sposarmi anche se non mi amassi

e capirei il perché.

Dimmi perché tu ami sempre gli altri

ed io amo solo te,

dimmi perché mi hai chiesto di andar via

quando ti ho detto “vieni via con me”.

Vieni via con me,

vieni

via

con me..