Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Francesca Neri

CONDIVIDI

FRANCESCA NERI: BELLEZZA, BRAVURA, SUCCESSO  – Care lettrici,  oggi vi parliamo di una donna del mondo del  cinema di una bellezza straordinaria, nonché la bravura,  nota al livello mondiale. Lei è Francesca Neri e noi oggi, nel giorno del suo compleanno, le facciamo i nostri migliori auguri ripercorrendo, insieme a voi, le tappe più importanti della sua vita.

Francesca Neri nasce il 10 febbraio 1964 a Trento ma si trasferisce da giovanissima a Roma per frequentare il Centro Sperimentale di cinematografia. Dopo vari tentativi per entrare ne cinema fa il suo debutto  nel 1988 con “Il grande Blek” di Giuseppe Piccioni, per arrivare  poi in “Bankomatt”, un film di Villi Hermann in concorso al Festival di Berlino.

Sarà  con lo scabroso “Le età di Lulù” del regista catalano Bigas Luna che Francesca Neri s’impone all’attenzione della critica e all’interesse del grande pubblico, sia per la sua prova recitativa, per la bellezza eterea e sensuale del suo corpo, sia per il suo sguardo unico, talvolta enigmatico, difficile da descrivere.
Non è un caso che la Neri goda di un seguito davvero numeroso di fan, molti dei quali sono sinceramente innamorati di lei. Poche volte un’attrice italiana ha suscitato tanti e tali sentimenti.  Riconoscimenti importanti sono arrivati però anche dalla critica che l’ha riconosciuta come una delle meno banali e più intelligenti artiste italiane.

Il successo professionale in questo senso è arrivato infatti con un Nastro d’argento per il toccante “Pensavo fosse amore… invece era un calesse”, a fianco dell’indimenticabile Massimo Troisi.  Seguono le pellicole “Sabato italiano” di Luciano Manuzzi e “La corsa dell’innocente” diretto da Carlo Carlei, evento speciale al 49° Festival di Venezia.  Nel Natale del 1992 l’attrice è apparsa sugli schermi nel film “Al lupo, al lupo” di Carlo Verdone, titolo che la vede al centro di una trama basata su esilaranti sentimenti familiari; l’anno successivo è la volta di “Sud” di Gabriele Salvatores, accanto a Silvio Orlando, ormai un cult per le giovani generazioni.

Nella carriera di Francesca Neri non mancano anche partecipazioni in produzioni internazionali come quella di “Carne tremula”, girato nientemeno che dal genio di Pedro Almodovar, che le vale il secondo Nastro d’argento come miglior attrice; “Spara che ti passa” girato da un altro grande: Carlos Saura. In questa pellicola ha accettato la sfida di un film difficile e controverso, liberamente tratto da un racconto di Scerbanenco e interpretato al fianco di Antonio Banderas. La scelta è risultata vincente: il film è stato selezionato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 1993.

Dopo aver interpretato l’anno prima “La ragazza della folla” nel programma preserale di RaiDue Alcatraz, nel 2001 Francesca ha messo a segno un altro colpo importante partecipando all’inquietante “Hannibal” (il seguito de “Il silenzio degli innocenti”), in cui l’interprete principale è Anthony Hopkins: dietro la macchina da presa un gigante del cinema moderno che risponde al nome di Ridley Scott.   Nel 2002 gira “La felicità non costa nient” e di Mimmo Calopresti e l’anno successivo interpreta una presentatrice senza scrupoli in “Il siero della vanità di Alex Infascelli”.

Dal 2006 inizia a collaborare con Pupi Avati che la dirige ne” La cena per farli conoscere”. Col regista bolognese lavora di nuovo nel 2008 interpretando il difficile ruolo di Delia, madre di Giovanna in “Il papà di Giovanna” , per il quale vince il Nastro d’Argento alla migliore attrice non protagonista. Nel 2010 è coprotagonista con Fabrizio Bentivoglio in “Una sconfinata giovinezza” dove ricopre il ruolo di Francesca, una professoressa il cui marito è affetto dal morbo di Alzheimer.

Oltre a essere una bravissima attrice, Francesca Neri si è occupata anche della produzione.  La sua carriera di produttrice inizia  nel 2005, debuttando con il film “Melissa P.”, tratto dall’omonimo romanzo. Nel 2008 produce anche “Riprendimi” di Anna Negri.

Quanto alla vita privata della bellissima attrice di occhi verdi,  da tantissimi anni è legata sentimentalmente con il collega Claudio Amendola, il suo partner  nel film “Le mani forti”. La coppia ha anche un figlio, di nome Rocco.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE LA DONNA DEL GIORNO CLICCA QUI!