Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Mariella Nava

CONDIVIDI

LA CANTAUTRICE AMATA   – Care lettrici,  oggi vi parliamo di una cantautrice di grande talento, che ha collaborato con i grandi della musica italiana, molto amata  e stimata. Lei è Mariella Nava e noi oggi, nel giorno del suo compleanno, le facciamo i nostri migliori auguri ripercorrendo, insieme a voi, le tappe più importanti della sua vita.

Mariella Nava, all’anagrafe Maria Giliana Nava,  nasce  il 3 febbraio 1960 a Taranto. Inizia la sua ricca carriera artistica come autrice, ottenendo il diploma alla scuola nazionale per compositori. Il primo tentativo riuscito è con la canzone “Questi figli”, scelta personalmente da Gianni Morandi per il suo album “Uno su mille” del 1986. Ottenuto un contratto discografico con l’RCA Italiana, nel 1987 e nel 1988 è al Festival di Sanremo: prima con “Fai piano” che viene qualificata alla Finale arrivando ottava su otto finaliste; l’anno seguente con “Uno spiraglio al cuore” che viene eliminata alla prima serata.

Le due canzoni verranno inserite nel suo primo 33 giri “Per paura o per amore”, uscito a ridosso del Festival, e che otterrà un tiepido successo di vendite ma conquisterà la Targa Tenco come “Migliore Opera Prima”. In questo album, la canzone d’apertura è dedicata a Christa McAuliffe, conosciuta come “la maestrina dello spazio”, una giovane insegnante statunitense che morì tragicamente nella esplosione dello Shuttle avvenuta nel 1986 il giorno 28 gennaio, che è anche il titolo del brano.

Nel 1989 è la volta de “Il giorno e la notte”, un’opera piuttosto convincente sia per i testi che sotto il profilo musicale, dove si sente la mano di Luis Enrique Bacalov. Una canzone ivi contenuta, “Dentro di me”, subisce la censura a causa del suo testo ritenuto scabroso e troppo descrittivo riguardo ad alcune situazioni a sfondo sessuale: come spesso accade, quest’atto censorio diviene una chiave di volta per far parlare di sè. Maurizio Costanzo prende pubblicamente le difese della Nava, invitandola numerose volte nella sua seguitissima trasmissione televisiva e facendole eseguire diversi suoi brani, compreso quello tanto discusso.

Al Festival di Sanremo ritorna nel 1989 come co-autrice del brano di Eduardo De Crescenzo “Come mi vuoi”. Due anni dopo  si presenta nella duplice veste di cantautrice con “Gli uomini”, e in quella di autrice con “Spalle al muro”, che inaugura il sodalizio con Renato Zero, classificatosi secondo. L’estate dello stesso anno partecipa al Festivalbar, sempre in coppia con Renato Zero, con “Crescendo”, titolo anche del suo terzo album, registrato a Londra dal celebre arrangiatore Geoff Westley. In quell’anno prende parte anche a una nuova edizione del Cantagiro, facendo squadra insieme al suo compagno di scuderia Mike Francis e proponendo in modo particolare un altro suo singolo “Piccolo amore”.

Torna ancora al Festival di Sanremo nel 1992 con “Mendicante”  da cui nasce l’album “Mendicante e altre storie”, che vede in copertina una vignetta di Giorgio Forattini in tema con la canzone principale: il brano si classifica dodicesimo dopo essersi qualificato per la finale, che quell’anno prevedeva la gara anche tra i “big”. Nel 1994 presenta invece “Terra mia”, che vince il Premio Volare consegnatole direttamente da Domenico Modugno: da qui l’album “Scrivo”, a sua volta anticipato dal singolo “Salvati amore”.

Nell’autunno 1994 pubblica il suo ultimo album con la BMG,  dal titolo “Uscire”, disco antologico abbinato all’inedito presentato al Festival Italiano su Canale 5, dal titolo anch’esso emblematico “Esco di scena”. Questa raccolta chiude il rapporto con la sua casa discografica degli esordi, fermo restando la collaborazione artistica con il suo gruppo di lavoro. Ammonta a quattro anni il suo periodo più lungo di silenzio artistico, interrotto soltanto da nuove canzoni affidate ad altri suoi colleghi. La Nava ritorna nel 1998 con l’album “Dimmi che mi vuoi bene” e l’anno dopo torna al Festival di Sanremo con “Così è la vita” , ottenendo un terzo posto che è il suo piazzamento migliore, insieme al premio come miglior melodia.

Nel 2000 con “Futuro come te” torna a Sanremo in coppia con Amedeo Minghi, da qui scaturisce l’album “Pazza di te”, e nel 2002 con “Il cuore mio”,  con il quale vince il premio Più vita per la vita assegnatole dalla LILT  si piazza al sesto posto. In questo ultimo Sanremo conosce il giovane Simone Patrizi con il quale girerà nella piazze italiane con la sua tournèe e con la nuova versione del singolo “Scrivilo negli occhi”.

Il 26 ottobre 2003 sposa Massimo Germani ad Albano Laziale in provincia di Roma. Nel luglio dell’anno dopo viene premiata con la Gondola d’Oro alla carriera, riconoscimento da parte dell'”Associazione Mario Del Monaco” presieduta da Renzo Stevanato e Armida Tessier. Nel novembre  è alle prese con un doppio cd intitolato non a caso “Condivisioni”, composto per metà da brani inediti, e per metà da sue canzoni cantate con i colleghi che le avevano incise anni addietro e mai incluse nei suoi album.

Nel 2005, spiazzando i suoi ammiratori, decide di partecipare al reality show di Raidue Music Farm condotto da Simona Ventura. Con lei in questa avventura anche Mietta e Iva Zanicchi con le quali collaborerà negli anni successivi con la realizzazione di nuovi brani, Gerardina Trovato, Dolcenera, Linda, Francesco Baccini, Franco Simone, Fausto Leali, Simone e Danny Losito. Rimane in gara per cinquantuno giorni, considerata tra le favorite, esce di scena ad un passo dal duello finale, per mano di Dolcenera  che poi vincerà la gara.

Con l’uscita dal reality show, parte una fortunata tournèe in giro per l’Italia, dove propone il suo miglior repertorio trascinato dal nuovo singolo radiofonico “Adesso canto”, presentato proprio nella serata del Galà di Music Farm. Nei mesi di novembre e dicembre del 2005, sempre trascinata dal successo di Music Farm, affronta la sua prima vera tournèe teatrale con il Condvisioni Tour Teatrale toccando città come Perugia, Roma, Firenze, Pistoia, Battipaglia, Messina, Barcellona Pozzo di Gotto e Catania.

Il 14 luglio 2006 esce il cd singolo “L’assaggio”, che contiene altri due brani inediti, “Guarda giù” e “La strada”, quest’ultimo dedicato a Papa Giovanni Paolo II, seguito dal CD “Dentro una rosa”, uscito il 20 aprile 2007. La canzone che dà il titolo all’album viene usata per uno spot pubblicitario per l’azienda Orogel. L’anno dopo il brano Credo è candidato per l’Eurovision Song Contest 2008, affidato alla voce di Massimo Bertacci in rappresentanza della Repubblica di San Marino, ma non sarà selezionato.

Nel 2008 scrive la canzone “Stasera torno prima”, che ha come tema quello delle morti bianche. La canzone viene donata dall’autrice all’Associazione Italiana dei Mutilati e degli Invalidi (AMNIL) che ottiene così di poter sponsorizzare la sua causa assieme al brano sopra citato. Sempre a favore dell’ANMIL, tra il 2008 e il 2010 si esibisce con concerti acustici in molti teatri italiani tra cui Cervia, Valenza, Ceccano, Ancona,  La Spezia, Siena, Modena

Il 21 giugno 2009 è una delle protagoniste del concerto evento allo stadio San Siro di Milano  in favore dei terremotati del Terremoto dell’Aquila. Per l’iniziativa benefica intitolata Amiche per l’Abruzzo, ideata da Laura Pausini, ha duettato con Andrea Mirò e Rossana Casale in “Spalle al muro”. Nell’agosto del 2009 pubblica il nuovo singolo “Sorridi sorridi”, disponibile solo sul suo sito ufficiale. Nel video interagisce con le formiche di Fabio Vettori. Sul sito ha pubblicato anche una versione acustica del brano, disponibile solo ad alcuni orari.

Nel 2011 Mariella Nava scrive la canzone “Testimone” per Renato Zero, che verrà inclusa nell’album “Puro spirito”. L’11 maggio 2011 esce il triplo DVD di Renato Zero “Sei Zero” in cui appare nel lungo medley del terzo DVD in cui canta “Spalle al muro”, canzone da lei scritta per lo stesso Zero nel 1991 in occasione del Festival di Sanremo.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE LA DONNA DEL GIORNO CLICCA QUI!