Home Attualità

IL GIORNO DELLA MEMORIA 2012: non dimentichiamo la Shoah

CONDIVIDI

PER NON DIMENTICARE LA SHOAH–  Oggi è il Giorno della memoria, che celebriamo, per la dodicesima volta in Italia,  in ricordo di tutte le vittime dell’Olocausto. Esattamente sessantasei anni fa si aprivano i cancelli di Auschwitz, il luogo degli orrori che rimarrà impresso nella storia e mai dimenticato da coloro che ne uscirono vivi. È una data importante,  ricordata contemporaneamente in molti Paesi europei, e che è divenuta, negli ultimi anni,  molto sentita dalla popolazione e dalle istituzioni. È una parte importante della nostra storia che non va dimenticata, perché  il tentativo di annientamento degli ebrei d’Europa da parte dei nazisti e i loro alleati, fu parte di una ideologia criminale sbagliata.

Molti saggi e opere letterarie hanno posto questioni filosofiche e teologiche in merito alla tragedia della Shoah, quell’abisso nella storia umana, che ci ricorda gravi errori del passato che potevano essere evitati. Per questo, il monito che la Shoah rappresenta è valido per tutta l’umanità: dobbiamo conoscere quello che c’è stato per non permettere che accada di nuovo.

Fu proprio l’orrore per quanto avvenuto durante la seconda guerra mondiale alla base della fondazione di un’ Europa  incentrata sui valori del rispetto dei diritti umani e della dignità di ogni persona. E proprio partendo dall’accaduto  fu promulgata nel 1948 dalle Nazioni Unite la “Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo”, il cui primo articolo, “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed uguali, in dignità e diritti”, ne è il significativo fondamento.

Nel 2012 cade il venticinquesimo anniversario dalla scomparsa di Primo Levi, lo scrittore torinese che con le sue alte testimonianze ha contribuito a descrivere e decifrare la barbarie dei campi di sterminio. I suoi libri sono un patrimonio di tutto il mondo, e uno degli strumenti di conoscenza di maggior valore.

VIDEO NEWSLETTER

Non dimentichiamo passato. Solo così potremo andare, con fierezza, verso il futuro.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!