Home Attualità

MASSAGGI OSTEOPATICI E ANMA GIAPPONESE.

CONDIVIDI

Combinazione di massaggi per un viso giovane.

Non ha ancora un nome specifico, ma nasce dalla fusione delle tecniche dell’osteopatia e di quelle dell’Anma, un’antica tecnica giapponese, a cui sottoponevano i guerrieri samurai prima di iniziare le loro battaglie.

Da una combinazione di antico e moderno, occidentale e orientale nasce questa tecnica per il rilassamento dei muscoli del viso, che riesce a conferire a chi vi si sottopone, un aspetto più giovane.

A praticarla è un’osteopata della capitale, Orietta Andreani, che da tempo combina queste due tecniche così diverse, ma così complementari.

I vantaggi che qualche seduta apporta sono molteplici. A livello estetico combatte l’invecchiamento, riuscendo a limitare le rughe, macchie e cedimenti del viso, facendo risultare la pelle più lucente, tonica e liscia.

A livello fisico, questa tecnica agisce sui muscoli profondi ed è in grado di migliorare la circolazione, favorendo l’espulsione di tossine e rigenerando i tessuti superficiali. I vantaggi sono anche psicologici naturalmente, a livello emotivo i massaggi hanno un grosso potere rilassante, combattono lo stress e riescono a calmare chi soffre di ansia.

Questo metodo si basa su un mix di diverse tecniche ed è adattabile a tutte le tipologie di pelle, da quelle più secche a quelle più grasse, ed è valido sia per le donne che per gli uomini.

Combattere i segni dello stress è infatti un privilegio che chiunque vorrebbe concedersi e i risultati, a quanto afferma l’osteopata, sono ampiamente visibili dopo poche sedute.