Home Attualità

GOVERNO MONTI, INIZIA LA FASE 2.

CONDIVIDI

Ecco i punti principali che l’esecutivo dovrà affrontare.

Finita la pausa natalizia, nei prossimi mesi il premier Monti dovrà occuparsi delle riforme del lavoro, liberalizzazioni e infrastrutture.

Vediamole nello specifico.

LAVORO: Accantonato, dopo l’ennesima polemica e retromarcia del ministro Fornero, la revisione dell’art.18, le iniziative del governo potrebbero prevedere l’intervento sul cuneo fiscale, ovvero la differenza tra la cifra sborsata dall’azienda per le retribuzioni e quello che realmente finisce nelle tasche dei lavoratori. Infatti l’Italia è tra i Paesi in cui l’onere fiscale sui salari è tra i più alti. Il ministro del Welfare ritiene opportuno arrivare ad un contratto vero, non precario e unico, che permetta ai giovani di entrare nel mondo del lavoro.

INFRASTRUTTURE: A partire del primo gennaio 2012 si porterà a compimento, rafforzandolo, il processo di separazione tra soggetto concedente e concessionario, tramite l’istituzione dell’Agenzia per le infrastrutture stradali e autostradali.

LIBERALIZZAZIONI: Sono nell’obiettivo del governo. Il ministro Corrado Passera aveva lasciato intendere che sulle liberalizzazioni a gennaio si sarebbero presi provvedimenti, presumibilmente riproponendo i provvedimenti tolti dal decreto Salva-Italia: farmacie, taxi, mentre di dovrebbe intervenire su carburanti, gas, servizi postali e quelli pubblici locali.

Non parlate però al premier Monti della Fase 2, perché lui detesta il fatto che venga nominata così, in quanto dice che è soltanto la naturale prosecuzione di quanto iniziato a Dicembre.