Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Gianna Nannini

CONDIVIDI

LA CANTANTE GRINTOSA– Care lettrici, oggi vi parliamo di una cantante italiana molto nota per la sua grinta, sua energia e le doti canore. Il suo nome è Gianna Nannini e oggi, insieme avoi, ripercorriamo le tappe più importanti della sua vita.

Gianna Nannini nasce a Siena il 14 giugno 1956, nellaContrada dell’Oca. Frequenta il liceo scientifico e studia pianoforte al Conservatorio Luigi Boccherini di Lucca, che lascia nel 1974 prima di sostenere l’esame dell’ottavo anno. Un’anno dopo si trasferisce a Milano dove studia composizione con Bruno Bettinelli e, come autodidatta, studia chitarra che suona con impostazione punk. Firma il suo primo contratto, con l’etichetta Ricordi e a soli vent’anni pubblica il suo primo album, “Gianna Nannini”.  Seguono velocemente altri due album: “Una Radura” (1978) e “California” (1979); quest’ultimo lavoro costituisce una svolta verso il rock. La canzone “America” trascina Gianna Nannini per la prima volta in classifica, diventando un classico dei suoi concerti e rappresentando in pieno la grinta e l’energia dell’artista.

Nel 1981 Gianna Nannini scrive la colonna sonora del film di Luciano Mannuzzi “Sconcerto Rock”, prodotto da Bernardo Bertolucci. Con Roberto Cacciapaglia, musicista-compositore dell’avanguardia milanese, produce “G.N.”, album dal sapore sperimentale. Arriva poi una collaborazione importante con il produttore Conny Plank, con il quale lavora al disco “Latin Lover” (1982). Gianna non è solo una cantante, un’anno più tardi Gabriele Salvatores la sceglie per il ruolo di Titania nel film “Sogno di una notte d’estate”. La cantante firma anche parte della colonna sonora.

Nel 1984 esce il suo sesto disco, “Puzzle”, che contiene “Fotoromanza”, leit-motiv dell’estate e per ben due mesi numero uno nelle classifiche. La regia del video di “Fotoromanza” è firmata Michelangelo Antonioni. Oltre che in Italia il disco è nei primi posti delle classifiche anche in Germania, Austria e Svizzera (dove Gianna riceve due dischi d’oro per le vendite di “Puzzle” e “Latin Lover”). Con “Fotoromanza” la cantante vince il Festivalbar, Vota la voce e un Telegatto d’oro (con Raffaella Riva) per il miglior testo dell’anno.
Mentre “Latin Lover” guadagna un disco d’oro in Germania esce nel 1986 “Profumo”.

VIDEO NEWSLETTER

Il giorno 1 maggio 1987, alla Schauspielhaus di Amburgo, di fronte a una platea gremita, Gianna Nannini canta insieme a Sting e Jack Bruce una selezione di canzoni di Bertold Brecht e Kurt Weill (trasmesso poi dalla Rai e su altri canali televisivi europei). Il successo di critica e di pubblico è grande in tutta Europa.
Intanto “Profumo”, a un anno dalla sua uscita, si conferma come il maggior successo discografico di Gianna Nannini che le fa guadagnare doppio disco di platino in Italia, disco d’oro in Germania e disco di platino in Svizzera e Austria.

Successivamente esce la compilation “Maschi e altri”, la prima raccolta di successi (con una versione speciale del brano “I Maschi”) che vende ben oltre un milione di copie in Europa.  Nel 1988, anticipato dal singolo “Hey Bionda”, esce in tutta Europa l’album “Malafemmina”. L’anno seguente, su musica di Giorgio Moroder, scrive e registra “Un’estate italiana”, che canterà insieme a Edoardo Bennato e che sarà la sigla dei Mondiali di calcio di Italia ’90. Le royalties sui diritti d’autore del testo vengono devolute ad Amnesty International.

Dopo i mondiali  la Nannini pubblica il nuovo album che si intitola “Scandalo” e viene realizzato a Londra. Con il suo tour successivo la cantante torna a riempire gli stadi di Berlino, Bayreuth, Hannover, Vienna, Budapest e Amburgo , dove canterà con il mitico Rod Stewart.  Nel 1993 è la volta di “X Forza e X Amore” (la title track, nel rap finale, vede la partecipazione straordinaria di Jovanotti).  Durante le fasi di preparazione del nuovo album “Dispetto” (1994), Gianna Nannini trova il tempo di terminare i suoi studi in filosofia.

Il 4 luglio 1995 a Roma, Gianna è protagonista dell’azione più eclatante di Greenpeace in Italia: alle ore 11:40 del mattino, con un commando di attivisti, si arrampica su un balcone di Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata francese, e improvvisa un concerto di protesta contro la decisione del governo transalpino di riprendere gli esperimenti nucleari nell’atollo di Mururoa. Nel 1996 esce il singolo “Bomboloni”, che anticipa l’antologia “Bomboloni ? The Greatest Hits Collection”.  Dopo la pausa di due anni nel 1998  pubblica il nuovo disco: “Cuore”.

Nel 2000 chiamata dal regista italiano Enzo D’Alò, lavora alla colonna sonora del film di animazione “Momo alla conquista del tempo”, tratto dal famoso e omonimo romanzo di Michael Ende. Nel 2002 il nuovo album “Aria”, poi nel 2006, dopo quattro anni di astinenza musicale  torna con il nuovo lavoro “Grazie”.  Al festival di Sanremo 2008, la canzone scritta da lei “Colpo di fulmine”, vince la manifestazione grazie anche all’interpretazione di Giò Di Tonno e Lola Ponce.

Quanto allla sua vita privata, la Nannini alla fine del 2010 rompe ogni schema rimanendo incinta dopo i cinquant’anni. La foto col pancione sulla copertina di “Vanity Fair” farà molto scalpore. In attesa della nascita della figlia Penelope, venuta al mondo il 26 novembre 2010,  Gianna Nannini registra l’album “Io e te” che sarà pubblicato a gennaio 2011.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE LA DONNA DEL GIORNO CLICCA QUI!