Home Senza categoria

MATERNITA’: ALLATTARE O NO?

CONDIVIDI

ALLATTAMENTO – Allattare mio figlio oppure no? Tante donne si pongono questa domanda.

L’allattamento viene definito la partenza migliore, in quanto offre la nutrizione adeguata ed equilibrata per il bambino. Questo momento è di comunicazione e di relazione tra la mamma e il bimbo e offre la possibilità di uno scambio di calore, contatto di pelle, abbracci, ecc..

Ci sono tanti motivi e vantaggi nell’allattare al seno, sia per la madre che per il bambino, che dovrebbe farci riflette, tra i quali:

– la protezione da tante malattie sia nell’immediato che nelle età successive, quindi il rafforzamento del sistema immunitario;

– Il bambino impara già ad autoregolarsi con la quantità di latte da assumere;

– Il latte sempre “pronto” senza germi, a temperatura ideale;

–  la suzione del bimbo aiuta le contrazioni dell’utero e quindi il ritorno alle dimensioni normali;

– da non sottovalutare i vantaggi psicologici e il naturale piacere che prova la mamma nel dare il proprio latte      al bambino che la fa sentire gratificata.

– Vantaggi economici, in quanto si evita un’ulteriore spesa alla gestione familiare.

Logicamente ci sono anche alcuni svantaggi come ad esempio:

–  l’ingorgo mammario, ossia l’indurimento dei seni al momento della formazione del latte.

–  La mastite, che può venire in seguito ad un ingorgo mammario non risolto.

– Le ragadi che sono delle vere e proprie ferite che si formano sul capezzolo o sull’areola.

Ma sono tutte complicazioni che si possono risolvere con degli impacchi caldi-umidi e nel peggiore dei casi con dei semplici antibiotici.

Quando l’allattamento al seno non è possibile o non è voluto, il bimbo può prendere il latte artificiale.

Ne esistono vari tipi, per cercare di farlo avvicinare di più a quello materno, e per le varie fasce di età, in base alle esigenze del bambino.