Home Attualità

X FACTOR 5: seconda puntata di fuoco

CONDIVIDI

X FACTOR 5 SKY OFFRE SPETTACOLO – Non si smentisce X Factor: la competizioni sfrenata tra i giudici, veri protagonisti del programma, anche più dei concorrenti, non è certo stata scalfita nel passaggio da mamma Rai a Sky, anzi, il ritorno di Simona Ventura è stato una iniezione di pura “cattiveria” spettacolare.

Nella seconda puntata la competizione ha già raggiunto livelli da finalissima: alleanze e battaglie sono infatti entrate subito nel vivo e quell’aria di scherzosa complicità dietro il bancone della giuria si è dileguata ancor prima della sigla di inizio. Ma vediamo cosa è successo…

Partiamo subito dalle eliminazioni, la parte più succosa della puntata: ad abbandonare il palcoscenico di X Factor sono le ragazze di Le 5, gruppo affidato alle cure di Elio, che se ne vanno dopo un duro scontro con Valerio de Rosa.

Pensare che nella precedente puntata le ragazze si erano salvate proprio grazie all’intervento di Morgan che, in combutta con Simona Ventura, aveva optato per fare fuori Rahma: ecco, proprio questa strategia decisa a tavolino non è esattamente piaciuta ad Arisa che, a dirla tutta, si è letteralmente infuriata, soprattutto dopo aver visto un rvm in cui i compagni di avventura si scambiavano occhiate di intesa e borbottii sospetti. La vendetta è scattata in un batter d’occhio e la cantante si è scagliata come una furia su Super Simo toccando proprio il tasto più dolente: la sua scarsa competenza in campo musicale. Nonostante il terremoto le alleanze sono rimaste ben salde e così, in difesa della Ventura, è arrivato proprio Morgan che ha liquidato la questione con poche e lapidarie parole, “io pretendo un giudizio tecnico da Elio, che è diplomato al Conservatorio, ma non posso chiedere una cosa analoga a Simona, che rappresenta il mercato, il lato commerciale, perché per anni per le sue trasmissioni ha scelto di promuovere alcuni cantanti e altri no. Anche quello è un modo di conoscere la musica. Il nostro comportamento comunque non è fare cose ‘sottobanco’, ma evitare il Tilt“.

Già il tilt, l’odioso meccanismo che scatta quando il voto dei giudici finisce in parità e che Simona tanto osteggia, definendolo sintomo di codarderia: “Quando sarò io il quarto giudice farò sempre una scelta“…. attenta Simona, certe ammissioni noi le ricorderemo in futuro, non vorremo doverti presentare il conto!

La competizione comunque è solo all’inizio, ma se il buon giorno si vede dal mattino….

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’ESSERE MAMMA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA BELLEZZA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLE IDEE REGALO CLICCANDO QUI!