Home Attualità

GRANDE FRATELLO 12: Luca, eroe per caso

CONDIVIDI

GRANDE FRATELLO 12, LUCA E’ STATO UN EROE – Luca di Tolla non è solo lo squalo arrabbiato e incompreso che siamo abituati a vedere nella Casa, dentro di se il biologo ha nascosto qualcosa che custodisce gelosamente, che fin’ora in Casa ha condiviso solo con poche persone: “C’è un ricordo bello che voglio condividere con voi, risale a circa quattro anni fa: ero in spiaggia come un normale bagnante, ascoltavo la mia musica. Ad un certo punto mi vengono a chiamare perchè c’era un bimbo di tre anni che era annegato: io arrivo lì e vedo questo corpicino a faccia in giù, mi sono chiesto cosa potessi fare, ed ho iniziato. Vedere il fratellino di 8 anni che mi diceva ‘ti prego, salva mio fratello, ti prego’, mi stringeva il cuore, ma non pensavo potessi riuscire a salvarlo. Poi non so cosa sia successo, so solo che ho sentito la vita… L’ho accompagnato all’ambulanza e poi di lui non ho più saputo nulla; la dottoressa mi disse in quel momento di essere fiero di me perchè avevo salvato la vita di quel bimbo… Si chiama Manuel, ed adesso avrà circa 7 anni… Se potessi gli direi di vivere la vita, di amare il mare perchè potrà dargli tanto”.

I ragazzi in Casa rimangono senza parole, e stringono la mano al loro compagno, anche se i loro rapporti non sono poi dei migliori, ma ci sono cose che devono andare oltre, e questa è una di quelle.