MARCO SIMONCELLI: un minuto di casino a Valencia

SFILANO I PILOTI DI TUTTE LE CATEGORIE SULLA PISTA DI VALENCIA PER RICORDARE IL SUPERSIC – I minuti di silenzio sono per la tristezza, i minuti di casino sono per il ricordo: ecco allora che i motori rombano, la pista si riempie e gli applausi salgono ma non per i piloti che sfrecciano tutti insieme, bensì per l’unico che lì non c’è, Marco Simoncelli. Così il Moto Gp ricorda il SuperSic, come il padre aveva chiesto: un minuto di casino con fuochi d’artificio, striscioni e il rombo delle moto come sublime colonna sonora.

Non c’è solo la moto gp ma anche i piloti di 250 e 125, tutti in pista alle 10,10 per un lungo corteo guidato dalla Honda RC212V di Marco, portata da Kevin Schwantz, texano iridato della classe 500 nel 1993 e grande amico di SuperSic. Anche a giro finito non è però il silenzio a prevalere ma un lungo applauso con tutto il mondo del motociclismo in piedi sul traguardo ad ammirare le tracas, i petardi spagnoli che di solito sono usati per le vittorie dei piloti di casa: il vincitore però non è sul podio ma in un grande striscione sulla torre del paddock, solleva il piatto della vittoria e saluta per l’ultima volta.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’ESSERE MAMMA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA BELLEZZA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLE IDEE REGALO CLICCANDO QUI!

Da leggere