LA DONNA DEL GIORNO: Audrey Hepburn

LA DIVA INDIMENTICABILE – Care lettrici, da oggi, ogni giorno, percorreremo insieme le vite di donne straordinarie che hanno cambiato la storia, che ci hanno emozionato ed insegnato o semplicemente che rendono il nostro presente più bello, più roseo, più interessante. La donna con la quale “apriamo le danze” è semplicemente unica, indimenticabile ma soprattutto attuale. L’abbiamo amata, adorata. Romana d’azione, ha lasciato in ognuna di noi un segno indelebile. Chi era l’affascinante Audrey Hepburn?

Il vero nome dell’attrice era Audrey Kathleen Ruston (cambiato in Edda Van Heemstra durante la guerra). Suo padre era un banchiere inglese mentre la madre era una baronessa olandese. Audrey nacque il 4 maggio 1929 a Bruxelles. Da bambina sognava di diventare una ballerina e  i genitori per accontentarla la mandarono in una scuola di ballo. Erano però gli anni difficili, gli anni della guerra e anche se la sua fosse una famiglia agiata, la giovane Audrey ne soffrì.

La prima persona che la notò fu la scrittrice – allora ottantenne – Colette, in vacanza a Montecarlo, che la scelse per il ruolo di protagonista della sua commedia teatrale “Gigi”, tratta da un suo romanzo. In seguito, a ventidue anni, la giovane Audrey ottenne un ruolo di principessa birichina nel film “Vacanze Romane” di William Wyler, che le portò anche un Oscar come miglior attrice protagonista. Da lì in poi la carriera cinematografica di Audrey sarà segnata solo da successo.

Nel 1954 Audrey gira la pellicola “Sabrina”, in cui il suo partner fu niente di meno che Humphrey Bogart, uno dei film più belli di tutti i tempi che la lancierà nell’Olimpo delle star. Chi non si ricorda la protagonista Sabrina, bella ed elegante ma soprattutto dotata da un’ingenuità dissarmante che conquistò il pubblico di tutto il mondo? La Hepburn, però, non era solo bella, era anche molto brava e richiesta da tutti i maggiori registi dell’epoca.  Tra i suoi numerovoli successi ricordiamo “Arianna”, “Colazione da Tiffany”, “My fair lady”, “Verdi dimore”, “Guerra e pace”, “Come rubare un milione di dollari e vivere felici”, “Storia di una monaca”, “Robin e Marian”,  “Due per la strada”, “Cenerentola a Parigi” e tanti altri.

Se la vita professionale di Audrey era segnata solo da successo, quella sentimentale andava a pari passo. L’attrice nel 1954 si sposerà per  la prima volta con il collega Mel Ferrer, il padre di suo figlio più grande Sean. Ad un certo punto della sua vita, la diva  incontrerà il medico italiano Andrea Dotti, con il quale avrà una relazione clandestina dalla quale nascerà Luca, il suo secondogenito. I due si sposarono nel 1969 ma il loro matrimonio purtroppo ebbe fine  a causa dell’infedeltà di bel dottore con cui l’attrice rimase in buoni rapporti per il bene del figlio.  Qualche mese dopo il divorzio, Audrey incontrerà nel 1981 il compagnio ideale nell’attore olandese Robert Wolders con cui visse fino alla fine. Una volta terminata la carriera d’attrice, la Hepburn, insieme all’inseparabile compagno, si dedicò al volontariato e  alla beneficienza, diventando l’ambasciatrice dell’UNICEF. Malata di cancro, Audrey Hepburn si spense all’età di 64 anni nel 1993 a Tolochenaz, paesino svizzero vicino Losanna dove fu sepolta.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

Da leggere