Home Attualità

ROMA: nuovo centro TRONY Ponte Milvio, traffico paralizzato

CONDIVIDI

ROMA IN CAOS A CAUSA DI TRONY – Non bastavano i nubifragi, gli scioperi  o gli incidenti per mettere in ginocchio il traffico della capitale che si era svegliata sotto un sole splendido. A causare il tilt di ieri è stata l’inaugurazione del megastore Trony che si trova in una zona relativamente centrale, come quella del Ponte Milvio.  È bastato davvero poco per far impazzire il trafico e creare le code chilometriche. Molti non sono addirittura riusciti ad arrivare al lavoro.

Dalle 9 di ieri mattina tutto il traffico privato e pubblico del quadrante Nord-Est della città di Roma ha subito forti ripercussioni, con code e rallentamenti. Le zone più interessate sono state Ponte Milvio, la Via Cassia, la Flaminia, la Salaria, Corso Francia, la Tangenziale Olimpica, Via dei Monti Tiburtini, Via XXI Aprile, San Giovanni, la Prenestina e  la Tangenziale Est. Si è trattato di un vero e proprio assalto al negozio di elettrodomestici che vendeva la merce a prezzo scontato, tra la gente addirittura qualcuno si picchiava per arrivare a far le compere, tanto che sono dovuti intervenire 250 vigili urbani.

A nome della compagnia Trony, rivolgo le più sentite scuse alla città e al sindaco Gianni Alemanno. Siamo davvero spiacenti dei disagi arrecati questa mattina in occasione dell’apertura del punto vendita di Ponte Milvio”, ha affermato in una nota Alessandro Febbraretti, amministratore unico di Trony Roma. Le sue scuse sono arrivate dopo l’intervento del sindaco Gianni Alemanno cui prima reazione era: “Nessuna ostilità contro la società Trony che si è incaricata di rivitalizzare un centro commerciale autorizzato dalla precedente Amministrazione che rischiava il fallimento, ma ci attendiamo atti precisi di scuse e di risarcimento nei confronti di Roma Capitale”. Ha detto il primo cittadino di Roma ed ha aggiunto:  “Ho dato mandato al Comandante della Polizia di Roma Capitale di verificare tutte le eventuali violazioni amministrative che possono essere state compiute in questa circostanza, e all’Avvocatura capitolina di valutare la possibilità di una richiesta di risarcimento danni nei confronti della città di Roma”.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!