Home Attualità

SALUTE: freddo, febbre e tosse non è sempre influenza

CONDIVIDI

INFLUENZA IN ARRIVO – Le temperature piuttosto alte della scorsa settimana hanno lasciato spazio a freddo e piogge, come prevedevano gli esperti: questo calo porterà inevitabilmente all’arrivo di primi sintomi influenzali che costringeranno molti di noi a stare a letto. Attenzione però, non basta avere un raffreddore, la tosse o un po’ di febbre per dire che si tratta di influenza perché quelli in arrivo sono solo sintomi molto simili a quelli influenzali.

Se non sono sintomi influenzali cosa sono? Secondo gli esperti si tratterebbe di sintomi causate da virus “para – influenzali” che, anche se non sono l’influenza vera e propria, metteranno a letto più o meno 80 mila italiani di cui circa 30 mila saranno bambini, secondo la stima di esperti in virologia. A loro avviso per la vera influenza stagionale c’è ancora tempo e per allora dobbiamo aspettare tre tipi diversi di virus: l’H1N1, l’H3N2 e il B/Brisbane che colpiranno almeno 2 milioni di vittime.

Il periodo di arrivo dell’influenza stagionale è previsto tra dicembre e marzo e porterà con sé tre  tipici sintomi influenzali: malessere generale (che comprende dolori articolari, muscolari o mal di testa), problemi con le vie respiratorie (gola infiammata, tosse o secrezione nasale) e febbre alta (oltre i 38 ° C).

Non ci resta che “accontentarci”, per il momento, di questa sindrome para-influenzale che, ad eccezione degli anziani o paziente a rischio per il loro stato di salute, cureremo con due o tre giorni di riposo. Però non dimenticate la cosa più importante. In caso che sintomi persistano bisogna sempre rivolgersi al proprio medico curante.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI SALUTE CLICCA QUI!