BANDERAS: ‘La pelle che abito’ di Almodovar

BANDERAS NEL NUOVO FILM DI ALMODOVAR – Pedro Almodóvar, è risaputo, è un genio del mondo di cinema. Ci sono degli attori che sognano di essere diretti da lui, alcuni ci sono riusciti, altri invece no. L’attore spagnolo Antonio Banderas è tra quelli che hanno avuto la fortuna di lavorare con il maestro, e per lui ha solo delle bellissime parole da spendere. “Qualunque cosa accada nella mia vita, non potrò mai dimenticare l’esperienza dei film con Almodóvar. Con lui ho vissuto emozioni meravigliose, è un regista che ha rotto le regole del gioco e dopo vent’anni l’ho ritrovato uguale, sempre desideroso di sperimentare sui territori più difficili”. Dice Banderas. Tra i due c’è un legame forte basato sull’amicizia e sulla reciproca stima. “Quando gira, Pedro crea dei micromondi fatti di tanti dettagli, tradurli in qualcosa di concreto attraverso la recitazione non è facile, e grazie a Dio che sia così, per questo lavorare con lui è una prova che resta impressa nel mio cuore”.

Abbronzato, capelli corti, bellissimo e seducente, Banderas parla con un gran affetto del regista arrivato a Roma per presentare il suo nuovo film “La pelle che abito” che all’ultimo Festival di Cannes aveva ricevuto un’accoglienza tiepida. “Ho interpretato 85 film, con registi diversi, ma solo con Pedro mi lancio nel vuoto. Certo, non è semplice, ma fare un film non è come andare in vacanza e può succedere, come in ogni mestiere, di trovarsi davanti persone con idee diverse”. Dice l’attore e poi continua: “In questi anni abbiamo continuato a vederci da amici, non ho trovato Pedro molto cambiato dal punto di vista fisico, ma da quello professionale sì. È più serio, profondo, e anche più lucido dal punto di vista concettuale. Film comeVolver” e comeDonne sull’orlo di una crisi di nervi” possono magari piacere di più al grande pubblico, ma è con lavori come questo e come Legami o La legge del desiderio che Pedro mette le mani nel fango e crea nel vero senso della parola”.

Parlando del film in arrivo domani, un thriller sociale con le sfumature horror in cui l’attore interpreta un chirurgo plastico che cambia per vendetta il sesso della sua vittima, Banderas dice: “Questo è un argomento molto affascinante: la bioetica finora ha fermato l’uso della transgenesi sull’uomo, ma secondo me la scienza non si fermerà. Spero solo che venga utilizzata in maniera intelligente, altrimenti potrebbe essere pericolosa”. Poi aggiunge: “Il tema della chirurgia plastica è solo un pretesto per parlare della creazione artistica, del rapporto che si stabilisce tra l’opera e il suo inventore, della linea sottile che divide quest’ultimo da un mostro psicopatico. Mentre giravo mi sono chiesto ‘che cosa sarebbe successo se Leonardo da Vinci fosse andato a letto con la Gioconda?’”. Dice Banderas.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI CINEMA CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI LIBRI CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI MUSICA CLICCA QUI!