ANIMALI: si aiutano anche su Facebook

BASTA CLICCARE “MI PIACE” PER DARE UN CONTRIBUTO CONCRETO ALL’ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI – A lanciare l’iniziativa sul social network è Ibl Banca in collaborazione con l’Enpa. Ogni nuovo clic sulla pagina di Facebook dedicata alla campagna corrisponderà a 50 centesimi di euro che Ibl Banca donerà all’Enpa. Inoltre, invitando i propri amici ad aderire aumenteranno le donazioni da parte dell’istituto di credito, fino a un massimo di 10 mila euro.
Il primo progetto dell’iniziativa è dedicato all’adozione a distanza di cani sottratti al giro dei combattimenti clandestini e ora ospitati in rifugi Enpa. Qui, oltre a provvedere al loro mantenimento con vitto, alloggio e cure mediche, vengono attivati anche dei veri e proprio programmi di riabilitazione. È dal 2003 che l’Enpa lavora con gli “ex-combattenti” allo scopo di rendere questi cani pronti per una futura adozione reale. E i risultati sono incoraggianti: molti cani hanno partecipato a questi programmi, alcuni sono stati poi affidati a famiglie al termine della riabilitazione, altri sono rimasti nei rifugi e sono stati adottati a distanza.
Una volta raggiunto il traguardo di 5 mila euro previsti per questo progetto, Ibl Banca e l’Ente nazionale protezione animali faranno partire una seconda raccolta fondi, sempre con le stesse modalità. Questa volta l’aiuto è dedicato alle adozioni a distanza non solo di cani ma di tutti gli animali abbandonati e ospitati nei rifugi Enpa, dai gatti ai gufi.
L’iniziativa serve anche a focalizzare l’attenzione su un tema molto importante, soprattutto in concomitanza con l’estate e le vacanze: l’abbandono di animali, che oltre a far crescere il fenomeno del randagismo alimenta anche il circuito criminale dei combattimenti clandestini.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ QUI