Home Attualità

REFERENDUM: Greenpeace srotola striscioni su Colosseo e Ponte Vecchio

CONDIVIDI

GREENPEACE SCALA COLOSSEO E PONTE VECCHIO PER IL REFERENDUM – Mancano oramai appena due giorni al tanto dibattuto Referendum: si vota per privatizzazione dell’acqua, possibilità di privatizzazione per i servizi pubblici, energia nucleare e legittimo impedimento… sono anche le ultime ore di campagna: gli elettori saranno invitati al voto (o al non voto, a seconda di chi si ascolta) e poi calerà il silenzio prima delle urne.

Sicuramente a sfruttare quest’ultima possibilità e far sentire squillante la propria voce ci ha pensato Greenpeace: questa mattina infatti due loro striscioni giganti campeggiavano su Colosseo e Ponte Vecchio a Roma; le scritte recitano “Italia, ferma il nucleare. Vota Sì”.

Un comunicato sul sito internet dell’associazione annunciava l’iniziativa e  Alessandro Giannì, direttore delle Campagne di Greenpeace Italia, ha spiegato perchè si è deciso di agire così all’interno della campagna referendaria: “Questa volta Greenpeace ricorre a gesti eclatanti non per protestare, ma per chiamare al voto tutti gli italiani perché adesso come mai siamo ad un soffio dal successo: fermare il nucleare in Italia ed aprire una nuova era di energie pulite e rinnovabili”.

Greenpeace è del resto stata particolarmente attiva durante tutta la mobilitazione per il referendum, concentrandosi ovviamente sul quesito riguardante il nucleare: ricordiamo ad esempio lo striscione comparso sugli spalti dello Stadio Olimpico durante la finale di Coppa Italia, una cassa di risonanza che davvero non si poteva perdere.

Dopo quest’ultimo blitz non resta che attendere lunedì sera, quando si conoscerà il verdetto delle urne: tutti questi striscioni avranno fatto davvero la differenza?

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI BENESSERE CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI VIAGGIO CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI CUCINA CLICCANDO QUI!