LAMPEDUSA: donna arriva dall’Olanda per amore

DONNA SBARCA A LAMPEDUSA PER AMORE DEL MARITO TUNISINOWinnie è una ragazza olandese di 23 anni, è bionda con l’espressione di chi avrebbe bisgno di un po’ di riposo ma continua a camminare e raccontare con una luce di abbagliante speranza negli occhi.  Con il suo pancione, segno di un bimbo in arrivo, sicuramente non passa inosservata: mostra un tatuaggio sul polso con il nome Nizar decorato da stelle e fiori e si siede ad un bar di Lampedusa a parlare con i giornalisti.

La ragazza però non si trova sull’isola per una vacanza ma per amore: infatti il  motivo per cui è arrivata sino a Lampedusa dall’Olanda risale a qualcosa accaduto non molti anni fa su un’altra isola, questa volta in Grecia. L’uomo che ama infatti Winnie l’ha conosciuto un’estate non molto lontana a Kos: lui si chiama Nazar e faceva l’animatore; è stato quello che si chiama un “colpo di fulmine” ed è bastato un soffio per passare dal flirt al matrimonio.

Nazar è un ragazzo originario della Tunisia e così, dopo le nozze, i due sono andati a vivere nel Paese di lui fino allo scoppio dei primi disordini in seguito ai quali Winnie, già incinta, ha scelto di tornare il Olanda sicura che il marito l’avrebbe seguita di lì a poco.

Ma spesso i piani sono difficili da portare a termine e se poi si intromettono conflitti bellici e emergenza immigrazione, ritrovarsi inizia a sembrare impossibile: Nazar fa domanda per uscire dalla Tunisia ma il visto gli viene negato e così opta per uno di quei barconi della speranza che, gremito di uomini donne e bambini, attacca sul’oramai tristemente famoso molo del porto di Lampedusa. Dopo i primi controlli Nizar viene però rimpatriato e si allontana così nuovamente la speranza di riabbracciare la moglie.

Arrendersi però non è tra le opzioni e così si imbarca nuovamente alla volta dell’Italia: questa volta dopo i controlli viene mandato al centro di prima accoglienza sull’isola. In questo luogo, dove si intrecciano storie diverse ma in qualche modo tutte simili tra loro, le speranze sono di casa: alcune forse non si concretizzeranno mai, altre avranno una possibilità nel futuro ma una si è avverata in questi giorni.

Una ragazza bionda, di 23 anni, con un pancione notevole è andata ha bussare al portone del centro: chiedeva di entrare per poter abbracciare suo marito. Gli agenti di servizio, superando le prime perplessità, hanno aperto: così quel centro di prima assistenza è stato per una volta teatro di un lieto fine, una scia di romanticismo è finalmente arrivata a colorare la cupa storia degli immigrati di Lampedusa.

Dopo i primi momenti di commozione Winnie ha prontamente consegnato i documenti delle nozze tra lei e Nizar, sperando che quei fogli, dove nero su bianco è scritto il loro amore, divengano il passaporto per una nuova unione questa volta indissolubile anche fisicamente.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI BELLEZZA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI CUCINA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI VIAGGIO CLICCANDO QUI!