Home Attualità

NON E’ MAI TROPPO TARDI per gli insegnanti precari

CONDIVIDI

PIOGGIA DI NUOVI REALITY IN TV – Stavano aspettando tutti la fine del Grande Fratello, troppo ingombrante e seguito per partire con nuove idee? Sta di fatto che dopo l’annunciato inizio del nuovo reality Uman – Take control, condotto da Rossella Brescia e Mago Forest, si parla anche di un reality che vedrà come protagonisti i precari.

Avete capito bene: parliamo di insegnanti precari che, non trovando lavoro nelle scuole, sbarcano in tv per portare un pò di cultura tra i vip che non ne hanno.

Ancora non si sa nulla: nè chi lo condurrà (è stato fatto il nome della Panicucci e di Alfonso Signorini), nè quando andrà in onda. Ma le polemiche sono sorte già dal momento in cui è stata messa in circolazione la notizia. Il premio dovrebbe essere una sorta di “stipendio” per dieci anni (stile Win for Life) per gli insegnanti che vinceranno il programma.

I primi a far guerra al probabile reality sono proprio i precari che su facebook minacciano di boicottarlo. Il direttore di Canale 5, Massimo Donelli, cerca di stemperare i toni:Trovo quantomeno singolare che si faccia il processo a un programma non ancora andato in onda e che, oltretutto, è, fin qui, solo uno fra i tanti progetti sperimentali ai quali stiamo lavorando. Ma, visto che c’è l’occasione di farlo, mi piace dire che agli autori abbiamo dato due indicazioni ben precise. La prima: costruire il programma sulle materie scolastiche che ogni italiano, studente o ex studente, dovrebbe padroneggiare. La seconda: mettere al centro del programma insegnanti preparati e disposti a colmare, in una dimensione insieme seria e ludica, le lacune degli alunni-star. Obiettivo: valorizzare una professione che è troppo spesso sottovalutata in un gioco di contrasto con la scarsa preparazione di persone note, simpatiche, amate dal pubblico, ma bisognose di rinfrescare le nozioni base dei tempi della scuola. Se questo progetto andrà in porto e se saremo bravi a realizzarlo, sono certo che ne trarranno beneficio non solo i protagonisti, ma anche i telespettatori che, una volta tanto, avranno occasione di misurare, e magari arricchire, le proprie conoscenze; e apprezzare, una volta di più, il valore di un bravo insegnante. Tutto qui…“.

Persino la politica si è mobilitata e la CGIL ha dichiarato: “È un’autentica, clamorosa vergogna, mentre il Governo declina ogni responsabilità nei confronti dei precari inseriti nelle graduatorie a esaurimento, mentre Tremonti finge di non vedere la nostra Operazione centomila con cui abbiamo dimostrato che ci sono i posti per assumere, mentre la Gelmini continua la sua opera di distruzione dell’istruzione pubblica, contribuendo a scippare democrazia al nostro paese. Dopo le offese da parte del premier alla scuola statale, l’offesa da parte delle sue reti a lavoratrici e lavoratori precari. Non serve una reality-strategia, ma una reale assunzione di responsabilità”.

PER TUTTE LE NEWS SUI REALITY CLICCA QUI!