SARAH SCAZZI: DOMANI LA DECISIONE SU COSIMO E CARMINE

E’ stata rinviata a domani la decisione di scarcerazione dei due nuovi arrestati

L’omicidio di Sarah Scazzi non trova ancora i suoi colpevoli. Parliamo al plurale perchè gli stessi inquirenti parlano al plurale. Qualche settimana fa sono stati arresti il fratello di Michele Misseri e il nipote, rispettivamente Carmine Misseri e Cosimo Cosma, con l’accusa di aver aiutato Michele nella soppressione del cadavere.

I due si trovano in carcere e il loro legale ha chiesto che vengano scarcerati. Ma il giudice ha rinviato la decisione per la scarcerazione alla giornata di domani.

In questo ambito è stata accolta una delle eccezioni procedurali presentate dall’avvocato Raffaele Misseri, legale di Cosimo Cosma. L’eccezione riguarda il deposito, tra gli atti da parte della Procura della Repubblica, di alcune intercettazioni ambientali effettuate nell’auto di Cosma.

In esse sarebbero contenute presunte contraddizioni tra le versioni date agli inquirenti e le parole pronunciate nell’Alfa Romeo del nipote di Michele Misseri, in cui erano state disposte alcune cimici. “Il mio cliente ha diritto di conoscere integralmente e compiutamente il contenuto poiché sulla base di quel contenuto può anche cambiare la linea e l’atteggiamento difensivo”.