Home Attualità

FIORI DI BACH: GORSE PER CHI SI E’ ARRESO

CONDIVIDI

Gorse, il fiore di Bach per passare all’azione

Non è un caso che “La Ginestra” di Leopardi sia la migliore smentita del noto pessimismo del poeta: la ginestra fiorisce nei luoghi più impervi, persino sui fianchi dei vulcani, noti per essere brulli e decisamente pericolosi per tutte le piante. E volete sapere di più? Se anche la pianta viene distrutta dal passaggio della lava, questa rinasce, col tempo, dando vita ai meravigliosi fiori gialli che tutti conosciamo.

E’ una pianta tenace e vigorosa, che non richiede un suolo ricco, né condizioni climatiche particolarmente favorevoli. Se viene tagliata, ributta molto velocemente e con rinnovato vigore. Non scompaiono del tutto in inverno, alcuni resistono al freddo e alle intemperie, per cui in chiave simbolica si può affermare che la speranza, anche se in certi momenti diminuisce, non si dissolve mai completamente.

VIDEO NEWSLETTER

Parola di Bach: “Per casi di grande disperazione. Queste persone hanno rinunciato all’idea che si possa ancora fare qualcosa per loro. Anche se arrivano a sottoporsi a terapie differenti per obbedire a qualcuno o per far piacere a qualcun altro, continuano a ripetere di avere ben poche speranza di miglioramento”.

L’individuo Gorse ha sicuramente subito un grande dolore. Rassegnato, si rifugia nei sogni e aspetta un “miracolo o una magia” dall’esterno, che non arriverà mai. Ha tenuto duro finché ha potuto, e adesso non sa più amare la vita. Ha perso la voglia di vivere e non ha più energia per lottare, anche perché ha fondati motivi per sentire così, in genere sono situazioni croniche: grave malattia invalidante propria o altrui, situazione personale gravemente compromessa, licenziamento, ecc., che inducono l’individuo in uno stato di profonda prostrazione fisica e morale.

Possibili sintomi che presenta l’individuo: fatalismo, pessimismo. Stati depressivi. Occhiaie, pallore, espressione d’indifferenza, poche difese immunologiche. Nevrosi d’angoscia. Musoneria, mutismo, pianto facile, nodo in gola. Malattia cronica inguaribile.

Con il rimedio Gorse si impara a guardare in faccia la realtà e ad accettarla. Rovesciamento del pessimismo in ottimismo, accettazione e forza per affrontare le situazioni, rinasce la speranza col suo potenziale energetico. Comprensione del “miracolo interiore”.

Clicca qui per conoscere gli altri rimedi!

fonte: floriterapia.com