Home Attualità

Il tumore al seno: conoscerlo per curarlo

CONDIVIDI

Il tumore al seno colpisce 1 donna su 10, complice la genetica

Il tumore al seno è una malattia potenzialmente grave se non è individuata e curata per tempo. È dovuto alla moltiplicazione incontrollata di alcune cellule della ghiandola mammaria che si trasformano in cellule maligne.

Ciò significa che hanno la capacità di staccarsi dal tessuto che le ha generate per invadere i tessuti circostanti e, col tempo, anche gli altri organi del corpo.

È il tumore più frequente nel sesso femminile e rappresenta il 25 per cento di tutti i tumori che colpiscono le donne. È la prima causa di mortalità per tumore nel sesso femminile, con un tasso di mortalità del 17 per cento di tutti i decessi per causa oncologica.

I fattori di rischio per il cancro al seno, alcuni dei quali prevenibilisono: l’età, più dell’80 per cento dei casi di tumore del seno colpisce donne sopra i 50 anni; la familiarità: circa il 10 per cento delle donne con tumore del seno ha più di un familiare stretto malato (soprattutto nei casi giovanili). Sono stati poi isolati due tipi di geni che predispongono alla malattia. Obesità e fumo aumentano il rischio di tumore al seno.

In genere le forme iniziali di tumore al seno non provocano dolore, nè cambiamenti visibili: raramente si comunicano cambiamenti nella forma della mammella, secrezioni da un solo capezzolo, noduli palpabili o addirittura visibili. Nella maggioranza dei casi è necessaria una mammografia per accertare la presenza del tumore. La prevenzione e controlli regolari e mirati consentono in ogni caso di diagnosticare per tempo il tumore, aumentando le probabilità di sopravvivenza.

Le cure: intervento chirurgico di asportazione dei tessuti malati, seguito da sedute di radioterapia o chemioterapia.

fonte: AIRC