Home Attualità

Lo Chef di CheDonna, eventi, ricette, consigli e tendenze culinarie

CONDIVIDI

La rubrica dello chef

 

Il ristorante “Casa Tuscia” è situato a NEPI,  in un luogo d’incanto, nella piazza del Castello dei Borgia.

In questi stessi luoghi che nei secoli hanno ospitato moltissime personalità illustri, da diversi anni è nato questo splendido esempio di modernità e tradizione.

Il duro ma piacevole lavoro si sa, dà sempre i suoi frutti ed è per questo che così come i visitatori della bella NEPI spesso passano anche per i tavoli di questo ristorante, da qualche anno ormai avviene anche il contrario, e sempre piu sovente succede che la fama del ristorante attiri appassionati della buona tavola e del buon bere di ogni regione che poi non disdegnano di digerire facendo 2 passi nel meraviglioso borgo.

Insomma, l’arte da sempre esalta il suo ramo culinario e viceversa, e quanto scritto sopra  non fà altro che confermarlo ancora una volta .

  

Tre domande alla signora Patrizia

Dove adesso sorge il ristorante cosa c’era all’origine ? 

Il ristorante è ospitato nei locali dove una volta era situato il vecchio mattatoio di NEPI.

Voi stessi definite la vostra come una cucina di “tradizione e di ricerca”, in cosa si caratterizza principalmente?

 Sicuramente per l’utilizzo delle materie prime della Tuscia. Una particolare cura è dedicata alle verdure possibilmente di stagione e del loco, disponibili, oltre che in abbinamento ai piatti presenti sul menù, anche come pietanze a parte. Non a caso Nepi è stata per 2000 anni il maggior fornitore di primizie, verdure e ortaggi di Roma. Del territorio sono anche salumi, formaggi, carni ed anche gli ingredienti dei dolci, castagne , nocciole, ricotta, miele.

 Ogni quanto cambiate i menu’?

 La carta cambia con le stagioni e a secondo dell offerta del mercato. Ogni mese vengono proposti menù degustazione per scoprire nuovi abbinamenti di cibo e vini. La cartea dei vini propone una notevole selezione del territorio, ma poi allarga lo sguardo a tutta l’Italia centrale ed alla penisola.

 

Via di Porta Romana 15- Nepi (VT) – tel 0761 555070

www.ristorantecasatuscia.it     info@ristorantecasatuscia.it

 

Le ricette

 

Vellutata di Zucche

 per 4 persone

1/2 zucca di media grandezza

1 cipolla media

½ bicchiere di vino

1 foglia di alloro

2 foglie di salvia

2l di brodo vegetale

½ bicchiere di panna

Noce moscata

Sale e pepe

Soffriggere la cipolla senza farla appassire e aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco e lasciare sfumare.

Pulire la zucca, tagliarla a pezzettini e unirla al soffritto con una foglia di alloro e due di salvia. Lasciar cuocere fino a totale cottura della zucca e aggiungere brodo vegetale di volta in volta.

A fuoco spento aggiungere mezzo bicchiere di panna, lasciare raffreddare. Frullare il tutto e aggiungere noce moscata, sale e pepe

Salsa burrata:  100gr di burrata e ½ bicchiere scarso di latte

 Frullare la burrata con un po’ di latte fino ad ottenere una crema.

 Nocciole Tostate: Tostare 100gr di nocciole, lasciarle freddare e frullarle 

In una padella mettere due pugni di riso insieme al brodo vegetale. A mezza cottura aggiungere la vellutata di zucca. In fin di cottura aggiungere la salsa di burrata, parmigiano e amalgamare bene. Guarnire il piatto di portata con le nocciole tostate

 

Agnello alle erbe della Tuscia

Per 4 persone

1 cosciotto di agnello

3 cucchiai di erbe tritate (timo, rosmarino, finocchio e mentuccia)

sale e pepe

fondo di agnello

Per il fondo di agnello

Le ossa di un cosciotto  d’agnello

1 cipolla

1carota

2 costine di sedano

2 spicchi d’aglio

100 g. di pomodorini

½ bicchiere di vino rosso

2 litri d’acqua

1 mazzetto guarnito (rosmarino, timo, alloro e prezzemolo)

Tostare in forno le ossa dell’agnello. In una pentola soffriggere aglio, carota, sedano e cipolla. Unire le ossa. Quando si sono tostate anche le verdure unire metà del vino rosso e farlo evaporare. Unire i pomodorini e il mazzetto aromatico. Versare l’acqua e far cuocere finché non resta che mezzo bicchiere di fondo. Dev’essere denso e gelatinoso. 

Salare l’interno dell’arrosto disossato. Farcirlo con le erbe. Chiuderlo stretto con lo spago. Passarlo in forno con poco olio per 20 minuti a 150°. Girarlo e farlo cuocere per altri 20 minuti alla stessa temperatura. Togliere l’agnello e versare il fondo. Disporlo sull’agnello tagliato a fette e servito.

Tris di Carciofi

Per 4 persone

Sformatino di carciofi

10 carciofi

1 spicchio di aglio

2 patate medie

½ mozzarella

2cipollotti

4 uove

1 mazzetto di timo e di mentuccia 

Sbollentare i carciofi. In padella soffriggere l’aglio e buttarlo una volta imbiondito.

I carciofi sbollentati vengono tagliati a pezzetti e saltati con i cipollotti, patate, mentuccia e il timo

Lasciare raffreddare, poi aggiungere mozzarella a pezzetti, quattro uova e frullare tutto al mixer.

Riempire gli stampini e cuocere a bagnomaria in un forno ventilato a 120 gradi per 20 minuti.

Carciofo alla romana per 4 persone

4 carciofi

1 carota

½ finocchio fresco

1 porro

2 scalogni

½ bicchiere di vino bianco

Succo di limone

1bicchiere di brodo vegetale

Un mazzetto di timo e uno di mentuccia

Pulire i carciofi freschi e metterli in acqua con succo di limone. Soffriggere carote, finocchio fresco, gambi di carciofo, porro e scalogno. Mettere i carciofi a testa in giù nel soffritto e coprirli con un brodo fatto con acqua dei carciofi, mezzo bicchiere di vino, 1 bicchiere di brodo vegetale, sale e olio. Aggiungere mentuccia e timo. Cuocere 10 minuti e rivoltare i carciofi. A piacere aggiungere prezzemolo tritato e aglio tritato

Carciofo alla giudia

 Immergere un carciofo pulito e sbollentato in olio bollente. Salare e pepare

 

Semifreddo di marroni con salsa di cioccolato fondente

400 gr di crema di marroni

100 gr di chiare d’uovo

½ litro di panna

100 gr di marrons glacès

Semifreddo di marroni

Mettere la crema di marroni in una bastardella, aggiungere le chiare d’uovo montate a sodo con un pizzico di sale. Aggiungere i marrons glacès tagliati a cubetti. Alla fine amalgamare con la panna montata girando con una spatola di gomma dall’alto verso il basso. Mettere dentro un contenitore rettangolare e lascare in freezer per almeno due ore.

Salsa di cioccolato

Sciogliere a bagnomaria 100 gr di cioccolato fondente e aggiungere panna quanto basta.

 

Andate a visitare il sito: www.mbfoodconsulting.com , Marcello sarà felice di darvi altri preziosi consigli!